Dal convegno di Fano: pochi vaccini nelle Marche. Differite e tetano sotto la soglia. Volpini (Pd): “Asilo solo per chi si vaccina”

di 

4 novembre 2016

FANO- Vaccinazioni non sufficienti nelle Marche. Nel corso del convegno ”Vaccinazione: ampliare gli orizzonti della comunicazione” che si è tenuto oggi al Teatro della Fortuna di Fano, infatti, è emerso come i valori di copertura vaccinali in età pediatrica nel territorio marchigiano si discostino significativamente dagli obiettivi di copertura definiti dal Piano nazionale di prevenzione vaccinale.

vaccinazione-bambini1La vaccinazione per differite-tetano-pertosse, per esempio, è scesa dal 97% del 2013 al 92% del 2015, tre punti percentuale sotto l”obiettivo che si è prefissato il ministero della Salute. Poliomielite, epatite B, emofilo B hanno una copertura vaccinale del 92% contro un obiettivo del 95%. La vaccinazione per morbillo-parotite-rosolia raggiunge il 79,9% contro un obiettivo prefissato del 95%. Quella da pneumococco e meningococco raggiungono rispettivamente l”88% e il 76,9% contro un obiettivo per entrambi fissato al 95%. Per affrontare il problema, il presidente della commissione regionale Sanità Fabrizio Volpini (Pd) ha annunciato l’ intenzione di portare in Consiglio regionale una proposta di legge, sul modello di quanto fatto in Emilia-Romagna, per “consentire l’iscrizione agli asili nido pubblici-privati, nonchè ai servizi ricreativi, solamente ai bambini e alle bambine che abbiano adempiuto all’obbligo vaccinale”. (fonte: Agenzia Dire).

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>