Giada Boriassi, un’amica che domenica sarà avversaria: “Pesaro è bella, si vive bene, non vedo l’ora di tornarci, ma…”

di 

4 novembre 2016

PESARO – Un’amica sulla strada della myCicero. Una toscana di Carrara dura come il marmo della sua terra, ma dolce come le parole che accompagnano i saluti di fine intervista.

Giada Boriassi con la tenuta della VolAlto Caserta (Foto Eleonora Ioele)

Giada Boriassi con la tenuta della VolAlto Caserta (Foto Eleonora Ioele)

Arrivederci, Giada, arrivederci a Pesaro…

“Quando ritornerò, finalmente, dopo tanto tempo…”.

Da quando è andata via, alla fine della stagione 2013/14, non è più tornata?
“No, e non vedo l’ora…”.

Una nostalgia che sa tanto di quella che i brasiliani chiamano saudade. Martina Bordignon, intervistata settimana scorsa, ci ha detto che le manca tutto di Pesaro.
“Pesaro è bella, veramente bella… – sospira Giada Boriassi, centrale della VolAlto Caserta, prossima avversaria della myCicero -. E si vive bene, sia nella città, sia nella società di pallavolo”. Una vita da giornalista sportivo, soprattutto nel mondo della pallacanestro, mi regala bellissimi ricordi di Caserta. Sono convinto che Giada vivrà bene anche nella città della Reggia.

La stagione della VolAlto non è incominciata benissimo, ma resto convinto che la squadra di Gagliardi abbia le qualità per confermare il pronostico che la vuole tra le protagoniste del campionato di A2. E’ vero, che avete giocato due gare su tre in trasferta, ma 3 punti in classifica sono pochi rispetto al valore intrinseco. Cosa è successo?
“Niente di eclatante. Da sempre, l’inizio di campionato è un punto interrogativo. Siamo una squadra completamente nuova che ha bisogno di trovare le proprie certezze. Stiamo lavorando bene in palestra ed è quello che conta. E’ vero che l’avvio di stagione non è stato ottimale, ma a Trento, contro una formazione molto forte, abbiamo conquistato un punto e potevamo tornare a casa con la vittoria. Non sono preoccupata, anche se la sconfitta a Soverato è stata abbastanza pesante. Siamo di nuovo in piedi e abbiamo ripreso a lavorare. Conta solo il lavoro, i risultati arriveranno”.

La myCicero è forte, ma la VolAlto è carica e noi vogliamo divertirci”

L’arrivo della capolista myCicero vi darà motivazioni in più. Fermare la marcia dell’imbattuta squadra di Matteo Bertini potrebbe essere una grandissima iniezione di fiducia, dopo la sconfitta di Soverato, inattesa.
“Vero, inattesa, ma adesso pensiamo a Pesaro. Stiamo preparando al meglio la partita perché le sconfitte sono sempre negative, ma talvolta spingono a reagire. In settimana, abbiamo lavorato tanto, come prima in verità. Sappiamo che Pesaro è una squadra forte e l’affronteremo con il massimo rispetto, che però nutriamo anche per le altre squadre. Siamo molto cariche e soprattutto animate da tanta voglia di divertirci, che non è voglia di riscatto, ma proprio di divertirci noi e divertire il nostro pubblico”.

Affronta il Volley Pesaro per la prima volta.
“Sì, da quando sono andata via non ho avuto occasioni per giocare a Pesaro. Due stagioni fa, quando ero a Brindisi, che poi si ritirò dal campionato quando era prima in classifica, si ipotizzava una sfida tra noi e Pesaro, che invece affrontò Cisterna nel playoff per la promozione in A2″.

Dunque, domenica sarà la prima volta per la carrarese, che però non vede l’ora arrivi il 5 febbraio 2017, quando la squadra casertana sarà di scena a Campanara.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>