Il Parco San Bartolo esplorato domani dalla trasmissione Lineablu di Raiuno

di 

4 novembre 2016

PESARO –  La prossima puntata di Lineablu, in onda domani (sabato) alle 14 su Raiuno, sarà un viaggio lungo la costa adriatica delle Marche, da Fano a Gabicce Mare. In occasione delle riprese, effettuate le scorse settimane, la troupe del programma ha visitato il Parco San Bartolo, a cui sarà dedicato ampio spazio all’interno della puntata.

Le riprese si sono concentrate prevalentemente sui paesaggi naturali costieri, sulle bellezze del territorio del Parco. Dal “Tetto del Mondo”, con la sua terrazza affacciata sul litorale, alla bellezza fragile della falesia, ammirata durante un’uscita in barca insieme alla Capitaneria di Porto.

Non sono mancati i temi legati a questi aspetti: con il biologo dell’Ente Parco Laurent Sonet si è parlato del monitoraggio del falco pellegrino che nidifica lungo la falesia e delle operazioni di censimento della fauna selvatica. La direttrice del Museo Paleontologico “L. Sorbini” Nicoletta Bedosti ha invece illustrato le peculiarità del del giacimento di fossili del monte Castellaro, prova tangibile a supporto delle nuove teorie sulla “crisi di salinità” del Mar Mediterraneo.

riprese-della-falesia-lineabluL’attenzione dei giornalisti Rai è stata inoltre catturata dal fascino dello splendido borgo medievale di Fiorenzuola di Focara, un luogo ricco di storia e di storie. Con la giovane studiosa Elisa Baggiarini si è approfondito il tema delle attività che la comunità organizza legate a Dante, che ha citato Fiorenzuola nel XXVIII canto dell’Inferno della Sua Divina Commedia. La visita al borgo è stata infine l’opportunità per riprendere degli scorci romantici e suggestivi tra i suoi vicoli e per ascoltare la testimonianza di Arnaldo Pagnini, ultimo pescatore rimasto come memoria storica delle attività commerciali della comunità di Fiorenzuola legate alla pesca nel recente passato.

“E’ stata un’occasione importante per il nostro Parco e per il territorio”, spiega il Presidente dell’Ente Parco San Bartolo Davide Manenti, che sottolinea “la necessità per il San Bartolo di promuoversi a livello nazionale e far conoscere agli italiani le sue eccellenze, in un’ottica di sviluppo sostenibile delle attività turistiche, vero volano per la nostra economia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>