Chef morto a 37 anni: la Procura apre un’inchiesta

di 

5 novembre 2016

Diego Monaco (foto tratta dal Corriere Adriatico)

Diego Monaco (foto tratta dal Corriere Adriatico)

VALLEFOGLIA – Sgomento misto a rabbia e dolore per una morte assurda, che dalle Marche si propaga fino alla Campania. E’ forte l’eco della tragedia consumatasi l’altra notte a Montecchio di Vallefoglia, dove il 37enne Diego Monaco, apprezzato chef, è morto qualche ora dopo essere stato dimesso dal pronto soccorso di Pesaro, dove si era recato in preda ad attacchi di vomito e dolori lancinanti allo stomaco (rileggi qua).

La madre, la signora Lucia, dalle colonne del Corriere Adriatico di oggi ha lanciato un appello: “Voglio solo chiarezza per mio figlio Diego, sino in fondo”. Sarà accontentata, visto che la Procura di Pesaro ha aperto un’indagine che dovrà stabilire se l’ipotesi di omicidio colposo abbia ragione d’essere. Procura che si è adoperata subito dopo la denuncia sporta dalla famiglia di Diego Monaco, marito amorevole e papà di due figli, apprezzato chef e pizzaiolo arrivato nel Pesarese tre anni fa dal comune campano di Trecase.

Sempre il Corriere Adriatico di oggi rivela che l’autopsia sarà eseguita lunedì, con la famiglia Monaco che ha nominato un proprio consulente proveniente dalla campana Castellammare di Stabia. Fino ad allora la salma resterà a disposizione dell’autorità giudiziaria. Poi verranno celebrati i funerali, che con ogni probabilità si terranno nella sua terra d’origine.

La famiglia Monaco è conosciutissima nella zona vesuviana, dove è titolare di due noti ristoranti. Da tre anni Diego si era trasferito a Montecchio con la moglie Milena e i due bambini di 7 e 9 anni, esportando la sua arte culinaria come chef e anima del ristorante CuoreSapore di Campanara.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>