Ecco il nuovo supplementare Benelli: le foto di Baioni

di 

6 novembre 2016

 

PESARO – “Adesso è un’altra musica”. Rispondono così gli Allievi della Vis al sindaco, che improvvisa un mini-sondaggio sul nuovo manto in sintetico del Supplementare,  dopo l’amichevole del battesimo. Matteo Ricci prima scopre la targa (“Stadio Comunale Tonino Benelli: realizzato nel 1927, ristrutturato nel 2016″) poi, affiancato dagli assessori Mila Della Dora ed Enzo Belloni, taglia il nastro con la moglie e le figlie di Massimiliano Capanna.

“Una giornata dedicata ai nostri giovani e alla memoria di un grande sportivo e tifoso pesarese. Non c’è modo miglior per inaugurare il campo”, commenta il sindaco. Aggiungendo che “intorno alla Vis adesso si respira un’aria nuova: c’è una bella società, con una prima squadra volenterosa di fare bene. E un settore giovanile rafforzato. Un aspetto non secondario: gli allenatori, per i nostri giovani, sono spesso formatori, trasmettono valori sani”. Anche per questo “il Comune doveva fare la sua parte: su questo impianto scontavamo un ritardo storico”. Così, dopo “la nuova illuminazione del campo principale, gli spogliatoi, la messa a norma delle tribune e la nuova Prato che monteremo in primavera”, il lavoro sul supplementare (con tribuna da 250 posti e illuminazione) completa il primo lotto. “Grazie a Aroldo Pozzolesi e alle ditte. Su questo campo segnai un gol contro gli Allievi della Spal davanti a mio nonno: è uno dei ricordi più belli della mia adolescenza. Il Supplementare era uno dei peggiori impianti delle Marche, le ‘sbucciature erano all’ordine del giorno’. Ora invece è uno dei campi migliori”, spiega Ricci.

Il dg Guerrino Amadori mette in chiaro che “la Vis aprirà il campo a tutti i bambini che vogliono giocare, non lo gestirà in esclusiva. Sarà a disposizione dello sport”. Poi l’abbraccio collettivo degli amici di Massimiliano Capanna, che si stringono intorno alla famiglia dell’amico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>