Referendum fusioni, Todaro (Cisl): “La Regione prenda atto del voto di Montemaggiore. Avanti con l’aggregazione Serrungarina-Saltara”

di 

16 novembre 2016

Francesco Todaro*

PESARO – “La premessa è d’obbligo, le decisioni delle cittadinanze devono essere rispettate sempre ed in tutti i casi. Mentre è stata chiara la scelta delle Terre Roveresche dove, dal mio punto di vista, sono state comprese le opportunità ed i vantaggi di una fusione fra Enti finalizzata a rispondere meglio alle crescenti e nuove esigenze della collettività, razionalizzazione le risorse, unendo le forze e sfruttando anche gli incentivi messi a disposizione per questo genere di aggregazioni, un ragionamento diverso va fatto per i Colli al Metauro.

Ripeto, vanno rispettate le scelte, ma vanno rispettate tutte. Se a Montemaggiore al Metauro non desiderano far parte di un nuovo Ente, fino a quando saranno scelte possibili bisogna prenderne atto. Sarà diverso se a livello nazionale la finiranno con i tira e molla e chiariscono cosa vogliono fare per il futuro del nostro paese. Mi spiego, da anni si sostiene che non è più possibile mantenere una frammentazione del territorio in tutti questi piccoli comuni (di dimensione e popolazione), ma si continua a fare leggi che non danno indirizzi obbligatori ed ultimativi, per cui ognuno fa come meglio crede.

Francesco Todaro

Francesco Todaro

Certo poi occorrerebbe poter rispondere ai bisogni della gente (la poesia dei campanili viene meno se si fatica ad andare avanti). Ma è anche vero che non possono essere penalizzati quegli Enti che invece vogliono scegliersi adesso è da soli (oggi è possibile, domani?) con cui unirsi. La Regione potrebbe imporre la fusione dei tre enti egualmente? Mi sembra molto difficile che lo faccia e personalmente la riterrei una decisione sbagliata, contraria all’ esito del referendum in un Comune che si è espresso liberamente.

Quello che si dovrebbe fare è invece favorire, nei tempi nei modi nelle possibilità date dalle norme, la fusione dei due Enti, Serrungarina e Saltara, che invece in questa aggregazione ci credono. E favorirla con la massima urgenza accelerando tempi e modi per non far perdere alcuna opportunità ai cittadini in primis, credo sarebbe il segnale importante che andrebbe dato da chi ha la competenza per farlo”.

*Segretario regionale Cisl Fp Marche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>