Laura Saccomani, un’ex sulla strada della myCicero: “Pesaro mi ricorda la mia Forlì della scorsa stagione. E quanto è bravo Matteo Bertini”

di 

17 novembre 2016

Laura Saccomani con la maglia numero 10 della Millenium Brescia (dalla pagina Facebook)

Laura Saccomani con la maglia numero 10 della Millenium Brescia (dalla pagina Facebook)

PESARO – “Non avevo alcun dubbio che Pesaro avrebbe vinto bene con Trento. Dicevo proprio ieri al mio ragazzo che la myCicero sembra la mia Forlì della scorsa stagione…”.

Parole al miele firmate da un’amica.

Laura Saccomani stima il Volley Pesaro, a incominciare da Matteo Bertini. Ciò non significa che, domenica, si presenterà, lei con la sua Millenium Brescia, per fare la vittima sacrificale sull’altare della capolista. Anzi, Brescia proverà a moltiplicare le forze per interrompere la marcia delle colibrì e regalare la grande sorpresa della sesta giornata; magari con i punti di un’ex colibrì.

Laura, come va, come sta a Brescia?
Bene, molto bene. Ho scelto questa società per la “tranquillità, lo scriva tra virgolette (fatto; ndr), che mi offriva e mi dà, una società che non ci mette pressioni di alcun tipo. Siamo una squadra giovane, composta da ragazze già bene amalgamate. E vivo in un posto dove ormai mi sento a casa, visto che, con le precedenti a Montichiari, questa è la mia terza stagione a Brescia. E anche l’anno scorso ci venivo spesso. Tra l’altro vivo giornate molto impegnative perché ho ripreso a studiare e sono molto contenta…”.

Che bello: cosa studia?
Lettere, la facoltà a cui ero iscritta quando giocavo a Pesaro. Lettere con il corso di editoria, comunicazione e spettacolo…”.

Dopo l’intervista che pubblicai il 29 ottobre 2015 in Appunti di Sport e riscosse, grazie a lei, uno straordinario successo, pronosticai un suo futuro nel giornalismo…
Mi piacerebbe… L’idea sarebbe di fare un master di giornalismo dopo avere conseguito la laurea triennale in Lettere”.

Glielo auguriamo di cuore. In attesa di essere dall’altra parte, magari nel ruolo di intervistatrice, ci racconti il progetto Millenium: con quali obiettivi vi siete presentate al campionato di A2?
Prima di tutto l’abbiamo fatto in punta di piedi, da squadra neo promossa e quindi matricola della serie. La società non ci ha imposto traguardi di alcun genere, ma ovviamente puntiamo a salvarci. Dobbiamo verificare le nostre potenzialità, capire quanto siamo forti, ma credo che la squadra abbia qualità importanti e sono convinta che crescerà durante la stagione. Il nostro obiettivo è settimanale: prepararci per vincere ogni partita. Quel che arriverà sarà tutto di guadagnato”.

Laura in spiaggia a Pesaro fotografata da Danilo Billi

Laura in spiaggia a Pesaro fotografata da Danilo Billi

Quindi il vostro obiettivo settimanale è Pesaro. Come state vivendo gli allenamenti che portano alla sfida in casa della capolista?
Che inizio di stagione che ha avuto la myCicero!, me lo faccia dire. Noi siamo coscienti che ci attende una squadra molto forte in molti fondamentali, anzi praticamente in tutti, e che domenica sarà una battaglia. Il compito prioritario è dare di più rispetto alle partite precedenti, memori di quanto ha fatto finora la squadra pesarese”.

Stupita dall’autorevolezza con cui Pesaro ha sempre vinto, finora?
Come le ho detto, ero certa che Pesaro avrebbe vinto contro Trento, eppure sono rimasta colpita sia dal risultato secco sia dai parziali. Per quanto riguarda il positivo avvio di stagione, non avevo dubbi, visto che la squadra è completa e ha un allenatore molto bravo. Lo dico da sempre (confermo; ndr): Matteo Bertini mi piace molto per come valorizza ogni singola giocatrice, ma anche per il lavoro su tutti i fondamentali tecnici e tattici… Seguendo il campionato della myCicero, rivedo quello della scorsa stagione della mia Forlì”.

Tags: , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>