Il 47% dei consumatori utilizza lo smartphone per accedere al conto corrente

di 

18 novembre 2016

Cresce fra i consumatori il numero di utenti che decide di consultare il conto corrente bancario attraverso il proprio smartphone.

A stabilirlo è l’indagine “Nielsen Mobile Shopping, Banking and Payment Survey”, attraverso la quale sono state intervistati 30mila utenti appartenenti a 63 paesi diversi.

 

Le competenze tecnologiche dei consumatori sono in netta progressione e, l’utilizzo dei mobile device è sempre più presente nel rapporto fra il consumatore e la propria banca.

Grazie ad un uso più attento dello smartphone l’utente ha imparato a controllare le spese e amministrare le finanze.

 

Per operazioni di mobile banking quali l’accesso al conto corrente o il pagamento delle bollette, è il 47% dei consumatori mondiali ad utilizzare i nuovi strumenti tecnologici, e il numero è destinato a salire ancora.

 

Dati alla mano, l’indagine Nielsen sottolinea che un consumatore mondiale su tre, pari al 36%, ha effettuato operazioni di deposito  o di trasferimento sul proprio conto corrente grazie ad un supporto tecnologico. Il 10% ha messo in pagamento un assegno utilizzando la macchina fotografica dello smartphone.

 

fotolia_53193938_pensiero-intuitivo-utilizzo-degli-smartphone3-680x365Fra le particolarità emerse nell’ambito dell’indagine risulta che l’utilizzo del mobile banking è tanto più esteso nei grandi paesi in via di sviluppo, con una percentuale pari al 46% in India, 37% in Indonesia, 34% nel Messico e 34% in Turchia.

 

In fatto di scelta del conto corrente, che meglio si adatta alle esigenze dell’utente, vengono fatte numerose valutazioni a partire dai costi per passare alle tipologie e ai servizi offerti.

Molto dipende dalla tipologia di utente, con una netta distinzione fra chi desidera un conto snello e veloce, ed un utente più tradizionale che desidera mantenere il contatto diretto con l’operatore allo sportello.

Per tutti comunque vale la pena considerare le esigenze personali e quelle della famiglia, la tipologia e il numero di operazioni, che si presume verranno effettuate nell’arco di un mese.

 

La tipologia di conto più economico è quello on line, raggiungibile via internet. Fra le possibili opzioni si può decidere di aprire un conto ordinario a ‘consumo’, un conto base per chi ha poche esigenze, oppure conti in convenzione, che vantano sconti e agevolazioni in base all’appartenenza ad una categoria specifica di clienti.

 

La scelta del conto corrente può essere effettuata grazie alla ricerca attraverso i comparatori on line. La rete internet mette a disposizione pagine quali quelle di Confrontaconti.it, Facile.it o Qualeconto.net. Il passaggio più importante è il confronto fra le varie ipotesi di conto, optando per quello che meglio si adatta alle esigenze del singolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>