Preso il piromane dei ristoranti fanesi: è un 29enne lettone disoccupato. Cade l’ombra del racket

di 

23 novembre 2016

FANO – La polizia di Stato di Pesaro, a seguito di una lunga ed ininterrotta attività investigativa, ha individuato e sottoposto a fermo di polizia giudiziaria il responsabile dei reati di incendio, danneggiamento e furto ai danni di due ristoranti siti nel centro storico fanese, avvenuti la notte del 19 novembre scorso (rileggi qua).

Le indagini effettuate dalla squadra mobile della Questura di Pesaro e del commissariato di polizia di Stato di Fano, coordinata dal sostituto procuratore Giovanni Fabrizio Narbone della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pesaro, hanno permesso agli investigatori di individuare una persona sospetta che veniva sottoposta ad un attento monitoraggio.

I pedinamenti operati dagli agenti permettevano di accertare come questi, un 29enne di origine lettone con cittadinanza italiana, disoccupato, senza fissa dimora, già conosciuto alle forze di polizia per reati contro il patrimonio, avesse trovato una sistemazione di fortuna presso un’abitazione del centro storico di Fano, nelle vicinanze dei due ristoranti colpiti “La Bella Napoli” e “Tiravino”.

Nel pomeriggio di ieri, dopo aver raccolto elementi di prova a carico del lettone,  gli agenti facevano irruzione all’interno dell’appartamento da lui occupato e dalla perquisizione effettuata venivano rinvenuti il registratore di cassa asportato presso il ristorante “Tiravino” ed altri utili fonti di prova.

Dalle attività investigative effettuate, anche grazie al sistema di videosorveglianza presente all’interno di uno dei due ristoranti, gli agenti appuravano come il malvivente avesse agito da solo, senza complici.

Viene a cadere, dunque, il sospetto di racket che in un primo momento era stato paventato visto il modus operandi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>