Dopo Urbania anche Sant’Angelo in Vado scelgie la progettazione condivisa con Pesaro. Delle Noci: “Insieme per attrarre fondi europei”

di 

25 novembre 2016

PESARO – Condividere, per attrarre fondi europei. Dopo Urbania, ecco Sant’Angelo in Vado, pronta, grazie al supporto dell’Ufficio Sviluppo e Opportunità del Comune di Pesaro, a intraprendere la strada della ‘progettazione condivisa’, in modo tale da riuscire ad attirare risorse  europee, ma anche regionali, nel territorio Vadese.

E, proprio in questa ottica, mercoledì scorso si è tenuto un incontro che ha visto riuniti allo stesso tavolo l’assessore alla Gestione con delega ai Fondi europei Antonello Delle Noci e la giunta comunale di Sant’Angelo in Vado.

Agroalimentare, cultura e politiche giovanili sono i settori su cui il Comune di S. Angelo intende puntare, con proposte progettuali interessanti per accedere ai finanziamenti.

gruppo-33“Grazie all’Ufficio Sviluppo e Opportunità del nostro Comune –  commenta l’assessore Antonello Delle Noci – abbiamo creato un sistema virtuoso di accesso ai fondi europei che non si limita al Comune di Pesaro, ma guarda anche al resto della provincia. L’ufficio infatti è stato predisposto proprio per offrire un supporto concreto anche ai Comuni meno strutturati, per riuscire ad accedere alle opportunità finanziarie dell’Europa. Sant’Angelo ha le idee molto chiare sulle proprie strategie,  sicuramente quindi la collaborazione sarà proficua per entrambi i Comuni”.

 

I progetti

La progettazione congiunta punterà in particolare a supportare e valorizzare sia eccellenze culturali quali la bellissima Domus del Mito, sia il settore gastronomico, con in testa il tartufo, il vino santo e tutti i prodotti tipici dell’agricoltura locale, sia la realizzazione di centri di aggregazione giovanile in una prospettiva di innovazione quale potrebbe essere la creazione di un coworking (lavoro condiviso).

“Pesaro offre una possibilità fondamentale per il territorio – interviene il sindaco di S. Angelo Giannalberto Luzi –, dandoci l’occasione di utilizzare una struttura qualificata quale l’Ufficio Sviluppo e Opportunità, per trovare finanziamenti in ambiti per noi prioritari. Per noi potrà significare un vantaggio competitivo e determinare un cambio di passo nella realizzazione dei ‘Sogni Possibili’ che ci aiuteranno a coltivare il futuro di Sant’Angelo in Vado, per costruire il Paese che vogliamo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>