Volley A2, il meglio (ma anche il peggio) della settima giornata: brilla Eleni Kiosi, applausi alle giovani Rimoldi, Tangini e Zanette

di 

28 novembre 2016

PESARO – Anche la settima giornata d’andata del campionato di pallavolo femminile serie A2 ha fatto registrare prestazioni individuali di assoluto valore, a incominciare da quella di Eleni Kiosi, opposto della myCicero Volley Pesaro che si è confermata in vetta alla classifica, tallonata però dall’eccellente Lardini Filottrano. I pronostici estivi indicavano nelle due marchigiane le sicure protagoniste nella corsa alla promozione diretta in serie A1. Dopo poco più di un quarto della stagione regolare, il pronostico è rispettato. Mancano all’appello, però, altre squadre che erano state inserite nel lotto delle migliori. Ci riferiamo – in rigoroso ordine alfabetico – a Caserta, Chieri e Trento.

Ed eccoci al meglio (ma anche al peggio) della settima giornata:

Miss Scorer, migliore realizzatrice

zanette

Elisa Zanette (Golem Software Palmi), 28 punti nella vittoria (3-1) su Chieri. In verità, Francesca Villani (Entu Olbia) ne ha messi a segno 29, ma in 5 set. Il nostro riconoscimento va alla ventenne veneta in forza alla squadra calabrese, che in una partita molto importante come quella vinta contro Chieri ha cancellato le difficoltà di avvio stagione; era stata Miss Flop della seconda giornata.

Miss Ace, migliore servizio

kiosi

Eleni Kiosi (myCicero Pesaro): 7 battute vincenti. Un servizio semplicemente strepitoso, quasi a dimostrare al suo ex allenatore Luca Secchi che le belle parole spese alla vigilia erano fondate.

Miss Wall, migliore muro

tangini

Syria Tangini (Entu Olbia): 5 muri nel successo sulla Battistelli San Giovanni in Marignano. Come 5 sono i muri di Giulia Mio Bertolo (VolAlto Caserta). Premiamo la più giovane: Giulia ha 21 anni, Syria ne ha festeggiati 19 lo scorso 1 ottobre.

Miss Spiker, migliore attaccante

fondriest

Silvia Fondriest (Delta Informatica Trentino): nella sconfitta a Settimo Torinese, chiude con 9/13 per un eccellente 69 per 100.

Miss Setter, migliore palleggiatrice

rimoldi

Rebecca Rimoldi (myCicero Pesaro): come già la scorsa settimana a Elisa Rita, il riconoscimento è anche un premio a chi gioca poco, ma sa farsi trovare pronta quando la squadra ha bisogno. Fino a domenica, Rebecca era entrata solo nel doppio cambio, ma a Mondovì – impossibilitata a scendere in campo Isabella Di Iulio – è stata schierata in sestetto, rispondendo nel migliore dei modi alla “chiamata” di Matteo Bertini.

Miss Bagher, migliore ricezione

ghilardi

Alessia Ghilardi (myCicero Pesaro): al termine della pure vittoriosa partita con Brescia, era… nera. Per lei non basta vincere, bisogna giocare bene. Alessia era la prima a essere insoddisfatta della prestazione, soprattutto della mancata difesa sulla schiacciata di Biava che aveva portato la gara al quarto set. Così, a Mondovì ha risposto con il 93% di ricezione positiva e il 57% di perfetta, i numeri migliori della giornata; ovviamente senza errori.

Miss Flop, la delusione della giornata

pascucci

Giulia Pascucci (VolAlto Caserta): nell’importante successo in trasferta, in casa di una temibile Legnano, la schiacciatrice umbra ha attaccato con un deprimente 13 per 100: 4/30. Niente ace, nessun muro.

Miss Volley, la migliore giocatrice della giornata

kiosi

Eleni Kiosi (myCicero Pesaro): Non solo 7 ace, ma anche migliore realizzatrice dell’incontro con 22 punti in 3 set (14/33 e 1 muro): una presenza totale. Mvp senza alcun dubbio.

Mister Coach, migliore allenatore

bellano

Massimo Bellano (Lardini Filottrano): vista all’opera a Pesaro, la Millenium Brescia era piaciuta molto; ed era senza Natalia Viganò, che domenica ha giocato. In verità contro Filottrano era assente Laura Saccomani, ma la qualità evidenziata dalla Lardini è stata notevole. Altrimenti non si vince a Brescia concedendo al massimo 21 punti in un set. Bellano sta facendo un grandissimo lavoro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>