La “città dello sport” riempie il vecchio palas per Ussita. Magnini: “Fiero di essere pesarese”

di 

30 novembre 2016

PESARO – “Fiero di essere pesarese. E’ giusto festeggiare il riconoscimento: si abbina il fine nobile della solidarietà, non potevo mancare”. Filippo Magnini lo dice da portabandiera. Accanto a lui Elena Forte guida il serpentone.

Si parte con l’inno di Mameli e l’Inno alla Gioia, nell’accostamento voluto nella piazza. Corteo con formato mini-olimpico, “scortato” dalla banda di Candelara. Tesserati, atleti, giovanili, allenatori mischiati alle glorie del passato (in testa la rappresentanza delle principali squadre cittadine: calcio, pallacanestro rugby, pallavolo, calcio a 5, football americano. Esauriti i tavoli del parterre, in tanti si sono riversati nelle tribune dell’hangar gremito.

“E’ scattata una gara di solidarietà tra società sportive. Il numero di partecipanti è stato ampiamente oltre le aspettative”, commentano gli organizzatori. “Batte forte il cuore di Pesaro. Festeggiamo con il movimento sportivo, perché questo riconoscimento è di tutti. Ognuno ha contribuito, mettendo un tassello”, spiega il sindaco Matteo Ricci, affiancato dall’assessore Mila Della Dora.

Sul palco, con il conduttore Marco Ardemagni, anche i consiglieri Marco Perugini e Federico Alessandrini, il delegato provinciale Coni Alberto Paccapelo, il consigliere regionale Andrea Biancani.

Commosso il sindaco di Ussita Marco Rinaldi: “Siamo feriti, non c’è più una struttura agibile. Ma guardando i giovani di stasera, si accende la speranza che un domani torneremo ad essere quello che eravamo. Grazie Pesaro”.

Scorre un video con gli investimenti del Comune sull’impiantistica. “Stiamo ristrutturando buona parte delle strutture. Andremo avanti e nel 2017 ci candidiamo sempre più a ospitare grandi manifestazioni, sulla scia di World League di pallavolo e Mondiali di ginnastica ritmica”, evidenzia Ricci. Che chiude sul vecchio palas: “E’ il simbolo della tradizione e rinascerà, con un auditorium per la cultura, la musica e lo sport. I lavori partiranno a marzo. Guardiamo con tigna al futuro”.

LE FOTO DI FILIPPO BAIONI

Questo slideshow richiede JavaScript.

ALTRE FOTO

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>