Opere compensative autostrade, lavori per 52 milioni. Interquartieri di Muraglia nel 2017, casello nel 2019

di 

30 novembre 2016

Le opere compensative di Società Autostrade a Pesaro

Le opere compensative di Società Autostrade a Pesaro

PESARO – “Partita chiusa sulle opere compensative di Autostrade”. Lo rende noto Matteo Ricci, dopo la Conferenza dei servizi al ministero delle Infrastrutture. “Pacchetto approvato in toto in una sola seduta: 52 milioni di cantieri che miglioreranno la viabilità. Così le ultime criticità sul traffico verranno risolte o di gran lunga ridimensionate”, dice il sindaco, con riferimento a “bretella di collegamento Montelabbatese-casello attuale, potenziamento interquartieri, circonvallazione di Santa Veneranda, potenziamento Urbinate e nuova rotatoria per Case Bruciate, interquartieri di Muraglia”.

A Roma, intorno al tavolo, si sono seduti i rappresentanti di Comune (con Nardo Goffi), Regione, Autostrade e ministero. Seduta di circa due ore, con nullaosta finale: ora il decreto ministeriale che approverà il progetto definitivo e porrà il vincolo preordinato all’esproprio.

“Speravamo di chiudere tutto in un colpo e così è stato. In una Conferenza dei servizi di questo tipo non è scontato”, commentano i tecnici comunali. Con l’approvazione, il Comune esce di scena sulle opere compensative: “Gli step successivi, che riguarderanno il progetto esecutivo, coinvolgeranno esclusivamente ministero e Autostrade”. Ovvero concedente e concessionario. Sui tempi: “Per l’interquartieri di Muraglia si partirà a fine 2017. Nel 2018 le altre opere. Nel 2019, infine, si proseguirà con il casello: è l’accordo con Autostrade”.

Per il sindaco, “un risultato strategico. Interventi che cambiano la città”.

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>