Volley A2, al corso allenatori tanti complimenti a Matteo Bertini e alla sua myCicero

di 

30 novembre 2016

Matteo Bertini osserva il muro a 2 (Rimoldi-Mastrodicasa) contro Mondovì (dalla pagina Facebook della Lpm)

Matteo Bertini osserva il muro a 2 (Rimoldi-Mastrodicasa) contro Mondovì (dalla pagina Facebook della Lpm)

PESARO – E’ stato un fine/inizio settimana particolarmente intenso per Matteo Bertini, allenatore della myCicero che guida la classifica di serie A2 con 7 vittorie piene in altrettante partite. Subito dopo la conclusione della gara disputata a Mondovì, il coach marottese si è messo al volante per raggiungere Chianciano Terme, dove tra lunedì e martedì si è svolto un corso in cui molti allenatori sono ritornati a essere allievi.

Sono dispiaciuto per l’esonero di Micelli, amico e bravissimo coach”

Un corso di docente nazionale, che – dopo ulteriori lezioni via internet e l’esame finale – concederà l’abilitazione a svolgere corsi d’aggiornamento per i futuri allenatori. A Chianciano si è parlato di tecnica, ma anche di comunicazione.

La notizia di questi ultimi giorni, nel mondo pallavolistico femminile italiano, è l’esonero di Lorenzo Micelli, urbinate, fino a domenica scorsa sulla panchina della Liu Jo Nordmeccanica Modena. Ancora una volta, a pagare gli errori di tutti è l’allenatore. Matteo Bertini ha lavorato con Micelli sia a Bergamo sia nell’Eczacıbaşı Istanbul, ma non è solo per questo che è sorpreso e dispiaciuto.

Senza dubbio. Fa sempre male sapere che un collega, che in questo caso è anche un amico, perde il suo posto. Micelli è un bravissimo allenatore. Gli ultimi risultati di Modena sono stati negativi, ma ciò non giustifica un esonero così repentino”.

Pagate sempre voi. Nello sport italiano, gli allenatori sono ritenuti colpevoli di tutti gli errori.
Purtroppo funziona così. E’ una brutta abitudine che si ripete negli anni. Credo sia una questione di cultura sportiva dei dirigenti…”.

Di scarsa cultura sportiva.
Sì, è proprio così”.

D’altro canto, se lei ha vissuto con dispiacere la notizia dell’esonero di Micelli, presumo che a Chianciano abbia ricevuto tanti complimenti per l’avvio di stagione della myCicero Volley Pesaro.
Sì, me ne hanno fatti tanti. Non solo a me. Era presente Maurizio Venco, allenatore della Lilliput Settimo Torinese, con il quale ho scambiato qualche chiacchiera, complimentandoci reciprocamente per il lavoro delle nostre squadre. La Lilliput sta disputando una stagione incredibile. In Toscana, ho vissuto due giorni intensi, ma belli, perché è stato piacevole rivedere allenatori che conosco, ma incontro raramente e quindi non ho la possibilità di scambiare qualche parola”.

Fra i docenti del corso, Marco Mencarelli, allenatore umbro di nascita ma urbinate per scelta, che a sua volta sta vivendo una stagione felice alla guida dell’Unet Yamamay Busto Arsizio.
Il rapporto che ho con Marco è di grande amicizia e non c’è stato bisogno d’attendere di vederci a Chianciano per scambiarci opinioni e complimenti. Il dialogo con lui è assiduo, costante. Praticamente, ogni settimana ci raccontiamo le nostre esperienze”.

La Lilliput è la sorpresa più bella della stagione”

Lei ha citato Venco e la Lilliput: nessun dubbio che Settimo Torinese sia la sorpresa più bella della stagione. Voi e Filottrano eravate indicati da tutti come protagonisti, la Lilliput no.
Nessun dubbio che Settimo Torinese sia la sorpresa dell’avvio di stagione. L’ha confermato domenica, con la netta vittoria sulla Delta Informatica Trentino. I risultati ottenuti finora sono più che meritati, perché la Lilliput gioca bene, proponendo una buonissima pallavolo fatta di tanto muro-difesa, soprattutto giocando di squadra, una squadra bella da guardare. Non ha nomi altisonanti, può essere definita squadra-operaia, lavoratrice, ma il suo terzo posto è più che meritato”.

Adesso attenti a Legnano, squadra giovane allenata molto bene”

Settimo Torinese, attualmente distanziata di 4 punti della sua myCicero, domenica 4 dicembre sarà di scena a Filottrano, che vi tallona a una sola lunghezza. Se sfrutterete l’impegno casalingo contro Legnano, potrete capitalizzare la sfida tra le vostre inseguitrici, qualunque sia il risultato.
Siamo attesi da un turno casalingo, ma dovremo affrontare la Sab Grima che, seppure reduce da due sconfitte (entrambe al tie-break: a Cisterna e con Caserta in casa; ndr), è squadra giovane e allenata bene da Andrea Pistola, un bravissimo coach. Causa la giovane età, Legnano fa tanti errori, ma anche tantissime cose buone. Non a caso, è la migliore per percentuale dell’attacco. Ci attende una partita veramente difficile. Prima di pensare a ciò faranno le inseguitrici, dovremo pensare alle cose di casa nostra”.

Ma noi stiamo vivendo un bellissimo periodo”

Dove si vive un grande ambiente, se è vero che le ragazze stanno bene insieme anche quando non giocano. Insomma, eccellente lavoro in palestra e pure il piacere di condividerlo fuori.
Le vittorie aiutano, come sempre, perché è più facile stare bene insieme quando si vince. Però è altrettanto vero che i successi arrivano perché ci sono componenti importanti quali il gruppo unito, la serietà del lavoro in palestra, la voglia di fare questo tipo di lavoro. Stiamo bene, non ci sono dubbi. Veniamo da una partita che poteva nascondere qualche insidia e ne siamo usciti alla grande. Nei momenti di difficoltà si è vista la qualità del gruppo, che è anche figlio dell’ambiente che hanno creato le ragazze. Respiriamo unità d’intenti e condivisione degli obiettivi. Non c’è alcun dubbio che stiamo vivendo un bellissimo periodo”.

Lei non vuole parlare quasi mai delle singole. Infatti, la risposta all’assenza di Isabella Di Iulio è stata collettiva: ottima prova di Rebecca Rimoldi, aiutata dal lavoro di tutte le compagne.
Mi piace sottolineare che tutte le ragazze hanno fatto il massimo per aiutare Rebecca sia dal punto di vista tecnico sia mentale. Isabella le ha dato una grossa mano nella lettura delle situazioni, ma anche nell’approccio alla partita”.

Aspettavamo la grande partita di Alice Santini, sono felice per lei”

Alice Santini attacca da posto 4 e passa il muro piemontese (dalla pagina Facebook della Lpm)

Alice Santini attacca da posto 4 e passa il muro piemontese (dalla pagina Facebook della Lpm)

Detto questo, però, è giusto sottolineare la prestazione di Alice Santini, che ha giocato la migliore partita in maglia myCicero.
L’aspettavamo tutti. Anche lei aspettava il suo momento. Stiamo lavorando tanto in attacco, anche cambiando qualcosa. Alice è persona fantastica, che, nonostante il suo passato, si è messa a completa disposizione della squadra con grande umiltà. Siamo molto contenti della sua prestazione offensiva, perché le mancava, anche se faceva tante altre cose, dalla ricezione alla difesa, in maniera fantastica. Però si sa che per una schiacciatrice è importante fare punti. Adesso speriamo riesca a dare continuità alla prestazione di domenica. Sono molto felice per lei, che ha tirato un sospiro di sollievo”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>