Volley A2, quattro ex contro Andrea Pistola e la sua Legnano. Mastrodicasa avverte: “Lui prepara benissimo le partite, una sfida difficile”. Replica il coach: “Speriamo, ma Pesaro è la più forte”

di 

2 dicembre 2016

Federica Mastrodicasa, capitano della myCicero Volley Pesaro (Foto Eleonora Ioele)

Federica Mastrodicasa, capitano della myCicero Volley Pesaro (Foto Eleonora Ioele)

PESARO – Isabella Di Iulio, Eleni Kiosi, Federica Mastrodicasa, Alice Santini e Andrea Pistola, ieri insieme, domenica avversari.

Di Iulio, Mastrodicasa e Santini hanno giocato insieme, a Loreto, quando allenatore era Andrea Pistola, oggi sulla panchina della Sab Grima Legnano, l’anno scorso alla Lardini Filottrano, appunto con l’opposto greco della myCicero.

Domenica (PalaCampanara, ore 17, arbitri Rocco Brancati di Perugia e Lorenzo Mattei di Macerata) è in programma una sfida che metterà le quattro pesaresi contro il loro ex coach.

Uno dice: quattro contro uno? non c’è partita. Ci piace il fair play, il gioco corretto, e anticipiamo la sfida con un “uno contro uno”: Federica Mastrodicasa, il capitano pesarese, e Andrea Pistola, l’allenatore di Legnano.

Sicuramente – anticipa Federica – Pistola studierà la partita benissimo. Ci conosce molto bene, avendomi allenato due stagioni, come ad Alice. Un campionato insieme per Isabella ed Eleni. Andrea è molto pignolo, incredibilmente preciso, sia sulla tattica – studia benissimo le partite – sia sulla tecnica. Io mi sono trovata molto bene con lui. Come allenatore, pretende tanto e fa lavorare… di più. Talvolta ti porta all’esasperazione perché ti fa stare in palestra fino a quando si raggiunge l’obiettivo. Che poi è una cosa positiva, per le giocatrici e per la squadra. Ero piccola, sono cresciuta molto con lui”.

Quindi vi aspetta una partita difficile per diversi motivi: Legnano è reduce da due sconfitte consecutive, anche se al tie-break; Pistola prepara benissimo le partite e vi conosce; tutte le squadre vi affrontano vogliose di fare bella figura e sognano di fare lo sgambetto alla capolista.
Condivido: Legnano non sarà avversaria facile. Prima di tutto perché ha una bella squadra, con giovani molto forti. Amanda Coneo, 20 anni, è una giocatrice completa e mi piace tantissimo. Laura Grigolo, stessa età, è schiacciatrice con un gran colpo. Camilla Mingardi, 19 anni, è forte e sta facendo molto bene. In palleggio c’è Sara De Lellis, tanta esperienza (era in A1 già 2009/10, a Pavia; nel 2012/13 è stata compagna di Federica a San casciano; ndr). Grande esperienza anche per il libero Sara Paris (31 anni, in A2 già 15 anni fa, a Busto Arsizio; ndr). Confermo che la Sab Grima è una squadra che mi piace, anche se ha avuto risultati altalenanti. Co attende una partita difficile, sia per il roster, sia per la bravura dell’allenatore. Infine perché è vero che tutte le avversarie ci identificano nella squadra da battere e anche Legnano darà il massimo per conquistare punti”.

myCicero e Lardini faranno il vuoto”

Sab Grima che nelle recenti sconfitte avrebbe pagato l’inesperienza delle sue giocatrici più giovani.

Alterniamo cose buone a momenti di passaggi a vuoto – commenta Andrea Pistola, ex coach pesarese, anconetano di Montemarciano – ed è quel che ha pregiudicato alcuni risultati. Non riusciamo ad avere continuità sia nell’arco dell’incontro sia di rendimento di tutto l’organico”.

Andrea Pistola e Sara De Lellis, palleggiatrice della Sab Grima (Foto Luca Zanotti Fregonara, dalla pagina Facebook di Andrea Pistola)

Andrea Pistola e Sara De Lellis, palleggiatrice della Sab Grima (Foto Luca Zanotti Fregonara, dalla pagina Facebook di Andrea Pistola)

Mastrodicasa è convinta che abbiate una bella squadra, allenata molto bene.
La squadra ha un buon potenziale, anche se – ripeto – nelle ultime partite abbiamo avuto qualche passaggio a vuoto di troppo. Ciò ha provocato un po’ di insicurezza nelle ragazze che non hanno molti campionati di alto livello alle spalle. Anzi… Però sono giocatrici che hanno interessanti prospettive e lavorando bene possono fare un buon percorso”.

La sua ex giocatrice, oggi capitano della myCicero, ha spiegato che lei prepara benissimo le partite e pertanto prevede una gara difficile.
Speriamo… Cerchiamo di preparare bene tutte le partite, ma in questo momento dobbiamo pensare più a quello che possiamo fare noi perché è quello che ci sta limitando di più. Al di là dell’avversaria di turno, che domenica sarà forse la squadra più forte del campionato, dobbiamo guardare a noi stesse e a ciò che facciamo nella nostra metà campo”.

Prima che iniziasse la stagione, in un’intervista a pu24.it dichiarò che prevedeva una sfida a due tra Pesaro e Filottrano. Le prime sette giornate hanno confermato il pronostico, con myCicero e Lardini un poco sopra il livello delle avversarie.
Non un poco, direi tanto. Le due squadre hanno organici nettamente superiori alla media della serie A2, anche perché – come le ho detto in quell’intervista – il livello si è abbassato ulteriormente. Se l’anno scorso c’erano quattro-cinque squadre di buon livello, quest’anno Pesaro e Filottrano faranno il vuoto, disputando un campionato a parte”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>