Volley A2, Bertini e Mastrodicasa: “Legnano non ci ha fatto vedere palla”. Pistola soddisfatto dopo i recenti alti e bassi

di 

5 dicembre 2016

Forlan e Coneo impegnate a muro contro Eleni Kiosi

Forlan e Coneo impegnate a muro contro Eleni Kiosi

PESARO – Il volto sorridente di Andrea Pistola, giustamente soddisfatto, quello quasi incredulo, o almeno sorpreso di Sara Paris, la perplessità mista a delusione che si legge negli occhi di Matteo Bertini che cerca conforto nei numeri e di Federica Mastrodicasa. Immagini della sala (perdonateci il termine, che la myCicero Volley Pesaro meriterebbero di più) conferenze del PalaCampanara. Una riflessione: assessore Briglia, lei che è un sincero appassionato di sport e non ha usato mai la pallavolo per farsi bello, provi a mettere mano all’annosa questione del centro sportivo nel quartiere fieristico, assolutamente inadeguato alla “Città dello Sport” di cui ci si bea. Assessore, lei era presente anche ieri e avrà sicuramente notato cosa significa andare raggiungere – al buio – Campanara.

Buio… già, una situazione in cui è precipitata la myCicero. Una situazione inattesa, perché se è vero che in altre partite le ragazze di Matteo Bertini si erano trovate in difficoltà, ma avevano saputo reagire, ieri sera sono rimaste senza luce, mai trovando il giusto interruttore. Per meriti della Sab Grima Legnano, sostenuta dalla super prestazione di Camilla Mingardi, tanto decisa in campo quanto gentile fuori. Tra stasera e domani vi proporremo il racconto della vittoria fatta dalla migliore in campo. Oggi ci fermiamo alle parole dei protagonisti in sala stampa, dove la sportività la fatta da padrona, perché Bertini e Mastrodicasa hanno riconosciuto i meriti delle avversarie.

“… e pensare che qualcuno di voi – ha esordito Bertini – pensava già a Filottrano, tanto da farmi domande su quella partita (in programma il 26 dicembre; ndr). Gli ho risposto che ci sono altre partite da giocare. Quando s’incontrano squadre come Legnano, che allineano ragazze di grandi prospettive e fanno dell’attacco il loro fondamentale migliore, si rischia accada quello che è accaduto a noi. Se leggiamo le statistiche, non sono i peggiori numeri della nostra stagione. Ciò significa che dall’altra parte della rete non ci hanno fatto vedere la palla, che ci hanno massacrato… Sono state bravissime, intanto preparando molto bene la partita. E hanno scelto sempre il colpo giusto al momento giusto, e non hanno sbagliato… E’ dura affrontare una squadra giovane con un potenziale d’attacco così importante, commettere 15 errori in 4 set. Addirittura soli 5 errori negli ultimi 2 set, battendo molto bene sugli obiettivi stabiliti. E hanno attaccato con una qualità clamorosa: signori, hanno il 69% nell’ultimo set. E nel terzo avevano chiuso con il 52%, come noi. Quindi la nostra non è stata una partitaccia, anche se non siamo state precise e potevamo fare meglio nel muro-difesa. Però, sintetizzo il mio pensiero facendo tanti complimenti ad Andrea e alle sue ragazze”.

Dovrete analizzare cosa vi è mancato.

“Riguarderemo la partita, analizzeremo le cose che non hanno funzionato e cercheremo di migliorare per andare avanti, anche se abbiamo poco tempo a disposizione, visto che mercoledì torneremo in campo”. A San Giovanni in Marignano, ospiti della Battistelli.

Ad Andrea Pistola i complimenti di Matteo Bertini, ma anche degli appassionati di pallavolo.

“Il nostro primo obiettivo era quello di giocare una partita aggressiva – racconta l’allenatore anconetano, l’ultimo ad allenare Pesaro in serie A1 -. Come invece non era successo nelle ultime partite, forse perché sentivamo l’importanza di dovere fare risultato, ma anche perché alcune ragazze non erano in condizioni ottimali. Qui a Pesaro, complici le grandi motivazioni che non puoi non avere affrontando la squadra prima in classifica, abbiamo provato a mettere in campo quanto preparato in settimana sia tecnicamente, sia tatticamente, ma anche mentalmente. La risposta è stata ottima. Stasera ci siamo giocati il jolly. Abbiamo battuto bene dall’inizio alla fine e in attacco si è rischiato anche a costo di fare qualche errore. Direi che le ragazze sono state brave anche ad evitare il loro muro più importante. Credo che finora il muro-difesa di Pesaro fosse il migliore del campionato”.

Mai viste tante pipe. Quelle di Mingardi sono state fondamentali per il successo di Legnano.

“Ci stiamo lavorando da tempo – commenta Pistola -. E’ una palla che piace a Camilla, forse è il suo colpo migliore. Ci sta dando un contributo importante,s periamo continui a farlo”.

Sara Paris, con Sara De Lellis e Fabiola Facchinetti, è una delle tre Aquile nate negli anni 80. L’esperienza del libero lombardo può aiutare a capire gli alti e i bassi di una squadra che a Pesaro ha sorpreso chi l’attendeva solo guardando la classifica.

“Per noi sono più facili queste partite. Soffriamo di più quando affrontiamo squadre sulla carta meno forti. Mi ci metto in mezzo anch’io: siamo una squadra con ragazze che vanno in difficoltà quando gli dici che dobbiamo vincere assolutamente. Conoscendo le nostre giovanissime, ero certa che a Pesaro non avrebbero attaccato con il braccino, che non avrebbero battuto male. Ci è andato tutto bene, a incominciare dalla ricezione. Se qualcuna sbagliava, c’era subito un’altra pronta a rimediare. Purtroppo, come tutte le squadre giovani, siamo altalenanti. Abbiamo vinto a Pesaro, magari mercoledì con Brescia faremo la partita più brutta della stagione”.

Federica Mastrodicasa aveva avvertito: attente a Legnano, che è una bella squadra e ha un grande allenatore.

“Purtroppo, sì. Hanno studiato bene i nostri punti deboli e fatto saltare il nostro muro-difesa, un fondamentale in cui abbiamo sofferto tantissimo. Ci è andata male, ma il merito è tutto loro”.

La myCicero torna subito in palestra con una seduta di pesi. Allenamenti tecnici martedì, partita mercoledì sera, giovedì libero. Poi ancora palestra e sabato partenza per Soverato. Una settimana mai così intensa, che purtroppo è incominciata male, ma la stagione è lunga, lunghissima e talvolta una sconfitta può fare meglio di una vittoria stiracchiata.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>