Volley A2, la striscia vincente della myCicero si è fermata a 18. La “killer” è Camilla Mingardi: “Per vincere a Pesaro dovevamo dare più del 100 per 100″

di 

5 dicembre 2016

Camilla Mingardi e Rossella Olivotto: mai fidarsi di un’amica (Foto Eleonora Ioele)

Camilla Mingardi e Rossella Olivotto: mai fidarsi di un’amica (Foto Eleonora Ioele)

PESARO – La myCicero Volley Pesaro non perdeva in casa dal 24 gennaio 2016, prima di ritorno del precedente campionato, quando a espugnare il PalaCampanara fu la Delta Informatica Trentino. Da quella domenica in poi – nella stagione regolare – solo vittorie: in casa e fuori. Una lunga striscia vincente, chiusa a 18 (11 nel campionato precedente, 7 in quello in corso). E se s’aggiungono le due vittorie casalinghe nei playoff, siamo a 20.

A interrompere questo splendido percorso la Sab Grima Legnano, matricola del campionato, che magari trarrà spinta del successo colto a Campanara per provare a imitare la myCicero, che, da neopromossa, fu capace di disputare una stagione fantastica, arrivando a una vittoria dalla finale playoff per la promozione in A1.

La “killer” della striscia vincente ha un nome e un cognome: Camilla Mingardi. Bresciana, 19 anni festeggiati lo scorso 19 ottobre, cresciuta nel Volley Bergamo, poi alla Futura Volley Busto Arsizio, nelle ultime due stagioni ha fatto parte della Metalleghe Montichiari, allenandosi con Alessia Ghilardi e Rossella Olivotto, e con le ex pesaresi Maren Brinker e Berenika Tomsia.

Camilla, la sua prestazione è stata fantastica, le sue pipe hanno mandato in tilt la difesa pesarese.
Grazie mille. Diciamo che la pipe è una delle mia palle migliori…”.

Beh, non capita tutti i giorni di vedere una diciannovenne attaccare con la sicurezza che ha mostrato Camilla.
Abbiamo incominciato tutte molto cariche, perché sapevamo che loro sono molto forti tecnicamente. Dovevamo dare il massimo, anzi il tutto per tutto, consapevoli che il 100 per 100 non sarebbe bastato. Dovevamo dare di più per fare risultato a Pesaro. Attraverso i nostri schemi sono riuscita a dare il meglio che potevo…”.

Vi siete entusiasmate azione dopo azione, perché le giovani hanno bisogno di certezze, arrivate puntualmente.
L’entusiasmo ha significato tanto per noi. Siamo un gruppo giovane che può passare da fare benissimo a dei cali preoccupanti. Contro Pesaro siamo riuscite a essere costanti nel nostro gioco per tutta la partita”.

Lei sta giocando discretamente da inizio stagione, raramente fa mancare i suoi punti, visto che in 2 sole occasioni non è andata in doppia cifra.
La stagione è iniziata molto positivamente grazie alla società e alle mie compagne che mi mettono nella condizione di fare bene. Speriamo di proseguire così”. Il record precedente – 24 punti – nella sesta giornata, sconfitta a Cisterna.

E può contare sui consigli di un allenatore che lavora molto bene con le giovani, A Pesaro lo sappiamo bene, visto che è stato Andrea Pistola a lanciare Cristina Chirichella.
Il coach è veramente molto bravo, sia nel lavoro tecnico,sia nella preparazione della partita. La sfida con Pesaro l’abbiamo studiata nei minimi dettagli e gran parte della vittoria è merito suo. Io mi trovo molto bene con lui perché ci tiene tanto a fare crescere le giovani facendole migliorare tecnicamente. Come avete potuto vedere nella partita”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>