Monica Guerritore e Alice Spisa sabato a Cagli con “Qualcosa Rimane”

di 

6 dicembre 2016

CAGLI – Monica Guerritore, mattatrice indiscussa del teatro italiano, e Alice Spisa, premio Ubu 2013 come migliore attrice under-30, sono le protagoniste di un’Eva contro Eva contemporanea’. Un’opera appassionante e una sfida tra interpreti, in cui Monica Guerritore si cimenta anche con la regia.

Qualcosa Rimane” è una commedia drammatica di Donald Margulies (Premio Pulitzer 2000), che andò in scena negli Stati Unti nel 1996 ed è tuttora in cartellone nei migliori teatri americani. Al centro del testo lo scontro generazionale tra una scrittrice di grande talento e fama, che alterna la pubblicazione di romanzi di successo all’insegnamento di pochi giovani allievi dotati, e una giovane scrittrice affamata di tutto.

Questa versione italiana, per la regia di Monica Guerritore, ha avuto un grande successo di pubblico e recensioni positive. Per l’avvio del terzo anno di tournée è stato scelto il Teatro di Cagli come sede della residenza di riallestimento. Lo spettacolo in anteprima stagionale andrà in scena al Comunale, sabato 10 dicembre 2016 alle ore 21.00.

Ruth Steiner, interpretata da Monica Guerritore, ha un vissuto misterioso, che è allo stesso tempo dolore e nascita del suo diventare “scrittrice” e che rivelerà alla sua allieva/amica, Lisa Morrison interpretata da Alice Spisa, in seguito all’intimità che si verrà a creare tra loro. Ruth ripercorre la complessa relazione affettiva, quando era una giovanissima aspirante scrittrice, con Delmore Schwartz. Schwartz è stato poeta, filosofo, scrittore, mentore di Lou Reed all’Università di Syracuse, protagonista del Dono di Humboldt di Saul Bellow e vicino al mondo rivoluzionario della Beat Generation (Ginsberg, Kerouac, William Borroughs…).

qualcosa_rimane_02La giovanissima Lisa percepisce la potenza di quel mondo, fatto di esperienze, ma la fretta giovanile, le fa sembrare impossibile arrivare a tanta ricchezza creativa. Lei che ha tempo non vuole sprecarlo: vuole scrivere, vuole produrre, vuole pubblicare anche a costo di tradire.

La messa in scena della Guerritore racconta la casa di Ruth come “esilio”, che contiene e restituisce con rimandi visionari il tessuto intellettuale ed emotivo della donna. In quel luogo ‘violato’, il tradimento della giovane non è solo distanza generazionale, ma divario tra profondità/tempo e superficie/fretta, tipica del nostro mondo.

Dopo la residenza di riallestimento al Teatro Comunale di Cagli, il tour prosegue nei principali teatri di tutta Italia.

Informazioni: www.teatrodicagli.it

Biglietti: Platea e Palchi 15,00 € – Loggione 10,00 – Biglietti online su www.livaticket.it

Info Botteghino Tel. 0721 781341 – Ufficio Cultura Tel. 0721 780731

email: botteghino.teatrodicagli@gmail.com

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>