Tutte le declinazioni del “Natale che non ti Aspetti” in vetrina sui programmi Rai

di 

6 dicembre 2016

PESARO – Obiettivi puntata sulla Provincia “Bella” grazia all’iniziativa “Il Natale che non ti aspetti”. Da domani (mercoledì 7 dicembre) in onda sui principali programmi nazionali una serie di servizi dedicati all’iniziativa e non solo.

“Si parte con il servizio sul presepe di Fano e il mercatino di Mombaroccio sul programma Vita in Diretta, domani (mercoledì 7 dicembre) dalle 14 su Rai 1–spiega Damiano Bartocetti, Presidente Provinciale Pro Loco Pesaro e Urbino – per proseguire giovedì 8 dicembre con due collegamenti in diretta su Uno Mattina, dalle ore 8 su Rai 1, da Gradara e Candelara, per raccontare gli eventi del ricco calendario de “Il Natale che non ti aspetti”. Venerdì 9 dicembre sarà la volta di un servizio sui mercatini di Frontone e la manifestazione “CioccoVisciola” di Pergola, sempre a Vita in Diretta su Rai 1. Sabato 10 dicembre dalle 11.30 la trasmissione di Rai 1 “Paesi che vai“, dedicherà l’intera puntata alle bellezze monumentali artistiche di Urbino e Urbania, senza tralasciare spazi gastronomici sul tartufo a Sant’Angelo in Vado, il tessile-abbigliamento della Valle del Jeans e l’aspetto naturalistico della Gola del Furlo da abbinare per un week-end alle terme di Petriano“.

Una promozione turistica che grazie al progetto legato agli eventi natalizi ideato dalle 20 Pro Loco, sostenute da relativi comuni, Provincia e Regione, vedrà il territorio pesarese sul piccolo schermo anche in futuro.

“Sono previsti altri passaggi televisivi –sottolinea Bartocetti- primo fra tutti un servizio sempre sui nostri mercatini che andrà in onda sabato 17 dicembre su Rai 2 all’interno della fortunata trasmissione Sereno Variabile, condotta da Osvaldo Bevilacqua”.

Soddisfazioni per i primi risultati più che positivi vengono espressi anche da Daniele Tagliolini, Presidente Provincia Pesaro e Urbino: “Unione, sinergia e collaborazione confermano che sono le carte giuste per raggiungere obiettivi importanti. La rete creata dalle Pro Loco, insieme ai comuni e la Provincia, in questo progetto sono vincenti. Il frutto di tale lavoro non è solo nella presenza di passaggi nazionali in tivù, ma anche dal numero di visitatori e turisti che gravitano in questi week end natalizi sul nostro territorio. L’idea de “Il Natale che non ti aspetti” deve essere estesa anche a tutti gli altri comuni della Provincia, per un progetto unico che punti al rilancio turistico post sisma”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>