A Montecchio domani si accende l’albero per il via al Natale di Vallefoglia

di 

7 dicembre 2016

VALLEFOGLIA – “Un mese di shopping, svago ed eventi”. E’ lo slogan che caratterizza il Natale a Vallefoglia, con iniziative dall’8 dicembre all’8 gennaio che vedono coinvolti direttamente oltre 50 negozi ed i 6 centri commerciali del territorio, pronti ad offrire ogni giorno ai visitatori attività di intrattenimento, animazione, degustazioni di prodotti tipici, laboratori per bambini e tanto altro.

“Dopo il successo della notte bianca – hanno spiegato in conferenza stampa il sindaco di Vallefoglia Palmiro Ucchielli ed il segretario dell’associazione di promozione turistica e culturale “Day & Night” Giovanni Mengarelli, che coordina i vari eventi – i commercianti del territorio hanno messo in piedi un bel programma di attività, unendo le loro energie per far crescere la loro realtà e stimolandoci per rendere questo evento unico nel suo genere. A differenza dei tradizionali mercatini di Natale, a Vallefoglia esporranno solo produttori locali e le classiche bancarelle saranno sostituite dai negozi stessi, per un rilancio del commercio estremamente qualificato in tutti i rami”.

Si partirà giovedì 8 dicembre alle ore 15.30 in Piazza della Repubblica a Montecchio con la cerimonia di accensione dell’albero e l’esibizione del corpo bandistico “Giovanni Santi” di Colbordolo, per poi spostarsi subito dopo al centro commerciale “Via Pio La Torre” dove verranno offerti polenta, caldarroste e vin brulè.

natale-a-vallefoglia-presentata-iniziativaPer tutto il mese si susseguiranno eventi ed attività di intrattenimento a tema natalizio per bambini, famiglie e adulti nei 6 centri commerciali: dal laboratorio “Letterina a Babbo Natale” ai laboratori di giocoleria, dal carrettino dei burattini ai gruppi folcloristici, fino a Babbo Natale sui trampoli (il programma è sulla pagina facebook: Natale a Vallefoglia). E poi il “Mercatino dei prodotti tipici” (nei centri commerciali “Via Pio La Torre” di Montecchio e “Le Cento Vetrine” di Morciola), con tanti prodotti a km 0 provenienti da agriturismo, country house, piccole fattorie, spaziando dall’olio extravergine di oliva ai vini, fino alle degustazioni di carni locali.

“A tutti i locali di somministrazione – ha aggiunto Giovanni Mengarelli – abbiamo lanciato una provocazione: oltre a proporre prodotti locali, prendere tutti prodotti e vini delle città terremotate, per dare così il nostro contributo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>