La famiglia Perlini-Gabucci dona altre 5 opere ai Musei civici di Pesaro

di 

9 dicembre 2016

PESARO – Dal 2012 i Musei Civici espongono cinque gioielli realizzati da Adriano Perlini. Si tratta di un collier, due spille e due anelli, risalenti alla produzione degli anni Settanta. Il noto orafo, all’epoca, li donò alla città con l’intento dichiarato di creare un polo pesarese di raccolta.

“Per mantenere viva una tradizione locale di arte orafa” valorizzata, tra gli altri, da Vannini, Mariani, Gentiletti e Sguanci. A distanza di quattro anni la sezione del Novecento, nella sala dell’ammezzato, si amplia con un’altra donazione targata Perlini. O meglio ‘Perlini-Gabucci’: “Mia moglie, Osmilde Gabucci (scomparsa lo scorso aprile) aveva espresso questa volontà, per completare la collezione donata nel 2012. Sono cinque anelli d’oro appartenuti a lei”, spiega l’orafo.

Le opere, realizzate dagli artisti locali Alberto Giorgi, Carlo Bruscia e Claudio Mariani, affiancano  quelle donate nel 2012. Per il sindaco Matteo Ricci e il vicesindaco Daniele Vimini, “un grande gesto che testimonia il profondo legame tra la famiglia e la città. Sottolineato anche dalla recente donazione dell’immobile di via Gavardini”, confinante con Casa Rossini, Anche questo donato da Adriano Perlini per  volontà della moglie. “Spazio che per la sua collocazione sarà molto utile per valorizzare l’attività museale, anche in vista del 150esimo rossiniano”, commentano sindaco e vicesindaco.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>