La Vuelle vuole accendersi anche contro l’Enel Brindisi

di 

9 dicembre 2016

vuelle-trento-00002 basketPESARO – Il campionato italiano di pallacanestro è arrivato ad un terzo del suo cammino, dieci giornate dove non sono mancate le sorprese, ma che hanno delineato una classifica abbastanza in linea con le aspettative estive, con Milano a guidare imbattuta il gruppo, Reggio Emilia seconda solitaria a quattro lunghezze e Venezia ed Avellino saldamente in lotta per un posto tra le prime quattro.

La sorpresa è rappresentata certamente da Caserta, che nonostante le problematiche societarie ancora non risolte, ha lo stesso record dell’Umana e della Sidigas (7 vinte-3 perse), ha mantenuto l’imbattibilità del PalaMaggiò e ha in Edgar Sosa il giocatore più in forma del campionato (25 punti di media nelle ultime cinque).

Rispetto alle previsioni settembrine, a mancare all’appello è Sassari, reduce da quattro sconfitte consecutive, che potrebbero far rischiare il posto a coach Pasquini, in un Banco di Sardegna dove è già iniziata una mini rivoluzione, con l’arrivo di Gani Lawal che è solo il primo di una serie di nuovi innesti, che potrebbero far andare sul mercato giocatori appetibili come Tau Lydeka – in tribuna domenica scorsa per scelta tecnica – gli esterni Johnson-Odom e Trevor Lacey, ma anche Josh Carter potrebbe essere in bilico. Tutti giocatori estremamente interessanti, che farebbero comodo a molte squadre, compresa la stessa Pesaro, essendo tutti già “vistati” e rodati per il nostro campionato.

Ad inseguire, ma a debita distanza, le attuali magnifiche cinque, un gruppone formato da undici squadre, capeggiato da Capo d’Orlando – altra sorpresa stagionale – e Brindisi, mentre a quota 8 punti, oltre a Sassari, ci sono Pistoia, Torino, Brescia e Trento, cinque formazioni nel limbo tra l’accesso alla Coppa Italia e il rischio di doversi guardare alle spalle, per evitare l’ultimo posto, attualmente occupato da Cremona a quattro punti, con il terzetto formato da Pesaro, Varese e Cantù, due punti sopra, ricordando che la Vuelle, avendo perso sia con l’Openjob Metis che con la Red October, è attualmente quindicesima.

Analizzando la classifica, è verosimile che le prime cinque abbiano già il posto assicurato per le Final Eight, mentre per i restanti tre posti è ancora tutto possibile, ricordando che a 16 punti si è certamente dentro, mentre tra quelle che ne avranno 14 al termine del girone d’andata, si dovrà ricorrere alla classifica avulsa, per decidere chi si presenterà a Rimini il prossimo febbraio.

Analizzando la classifica invece dal punto di vista della Consultinvest, è chiaro che rimane il rammarico per quelle sconfitte maturate nel finale, ma con i se e con i ma, non si va da nessuna parte e bisogna fare i conti con una realtà che vede la Vuelle penultima e attesa da cinque partite per niente semplici, cominciando proprio da quella casalinga contro Brindisi, proseguendo poi con la trasferta complicatissima di Caserta, il match natalizio all’Adriatic Arena con Pistoia, sorvolando sulla trasferta impossibile di Milano, in un girone d’andata che si chiuderà l’8 gennaio in casa con Capo d’Orlando. Rimaniamo dell’opinione, che finire la prima parte della stagione con 10 punti all’attivo è alla portata della Vuelle, anche se non sarà affatto semplice, soprattutto se si deciderà di non intervenire su un roster pericolosamente discontinuo, che finora è andato troppo a sprazzi, per dar sicurezza ai 4500 fedelissimi, che non hanno mai abbandonato la squadra e che sperano ancora di non dover soffrire più fino all’ultimissima giornata.

Domenica arriva Brindisi, squadra ostica e attrezzata per i playoff, serio banco di prova per una Consultinvest, che non vince due partite consecutive dallo scorso aprile e che dovrà sfruttare tutte le occasioni, in un campionato che ha comunque dimostrato finora, come dieci-undici formazioni siano praticamente tutte sullo stesso piano e che saranno i particolari – e i nuovi innesti – a fare la differenza.

LA PARTITA DELLA SETTIMANA

CONSULTINVEST PESARO (6 PUNTI) – ENEL BRINDISI (10 PUNTI)
Domenica 11 dicembre – ore 18.15 – Adriatic Arena di Pesaro

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

Coach Sacchetti ha cercato di costruire una squadra adatta al suo stile di gioco, quello che predilige contropiede e tiro da tre, riuscendoci finora solo in parte, anche se l’Enel è composta da buoni giocatori, a partire dal francese M’Baye, secondo realizzatore del campionato, con i suoi 20 punti di media, un’ala capace di far canestro da ogni posizione, in un quintetto che vede Nic Moore in cabina di regia, affiancato nello spot di guardia da Phil Goss, ingaggiato al posto dell’infortunato Kris Joseph – out fino a gennaio per una frattura alla mano – mentre sotto i tabelloni, ampio spazio alla coppia formata dal nigeriano Agbelese e dall’americano Robert Carter.

Sacchetti ama far ruotare tutti gli uomini a sua disposizione e molti sono panchinari solo di nome, come il giamaicano Durand Scott, eccellente atleta in grado di ricoprire sia li ruolo di guardia che di ala piccola, e trovano ampio spazio anche gli italiani, da Marco Cardillo all’ala Spanghero, senza dimenticarsi del ventenne Daniel Donzelli, in una Brindisi che in trasferta finora ha vinto solo a Cremona.

IL DUELLO CHIAVE

Jarrod Jones vs Robert Carter
Il pesarese è il miglior rimbalzista del campionato e il quinto realizzatore, ma si troverà di fronte un giovane molto interessante, meno rimbalzista, ma più tiratore, capace di partire in palleggio dalla linea da tre e concludere agevolmente al ferro.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

Pistoia, Brescia, Cantù, Varese, Cremona e Pesaro, al 90% sarà una di queste sei squadre a retrocedere il prossimo maggio, a meno di clamorose crisi economiche di qualche altra società, sempre possibile di questi tempi. Cosa distingue la Vuelle dalle altre cinque squadre? Che è l’unica a non essere ancora intervenuta sul mercato.

Troppa fiducia nei propri mezzi? Mancanza di risorse? Speranza inconscia, che alla fine una squadra più scarsa si trovi sempre? Difficile sapere cosa passi nella testa della dirigenza biancorossa, l’unica certezza è che per adesso si attendono gli eventi, restando alla finestra in attesa che capiti un altro affare alla Shepherd, ovvero qualche giocatore tagliato, ma utile alla causa, con il vantaggio di essere già rodato per il nostro campionato, di essere “vistato” e di poterlo prendere spendendo non più di ventimila euro. Nel frattempo, Varese ha tagliato un deludente Melvin Johnson ed ha ingaggiato Dominique Johnson, guardia proveniente dall’Alba Berlino, Brescia sembra abbia risolto i suoi problemi sotto canestro dall’arrivo di Cristian Burns, a Pistoia, Crosariol – arrivato con un contratto a gettone – sta viaggiando a 10 punti e 6 rimbalzi di media, mentre a Cantù, sempre alla ricerca di un pivot al posto di Gani Lawal, potrebbe venire la pazza idea di tesserare Erazem Lorbek, campionissimo sloveno, fermo da un paio d’anni per problemi fisici, ma che se fosse solamente al 50% della forma, potrebbe ancora spostare gli equilibri. In un campionato italiano che si impoverirà ancora di più di talento, dopo il taglio di Alessandro Gentile da parte di Milano, c’è anche da valutare la situazione di Sassari, che ha appena ingaggiato la guardia David Bell, portando così a nove il numero degli stranieri e potendone schierare solo sette a partita, dovrebbe tagliarne un paio, e un play come Darius Johnson.Odom, potrebbe interessare alla Vuelle.

In casa Consultinvest, si continua così a dare fiducia alla coppia lituana, sperando che la schiena di Jasaitis non dia più problemi e che Zavackas ritrovi la mira perduta dai 6.75, scelta rischiosa, in due ruoli dove Ceron e Gazzotti, non sempre riescono a sopperire alle mancanze dei titolari, senza dimenticarsi che Jones sta andando oltre ad ogni più rosea aspettativa, in un reparto lunghi dove spesso è l’unico baluardo.

Tutto in stand-by insomma, sperando che i risultati immediati diano ragione alla Vuelle, anche se in ottica futura, tutti i problemi emersi finora difficilmente si risolveranno magicamente.

L’UNDICESIMA GIORNATA IN PILLOLE

Turno che si aprirà sabato sera con l’interessante sfida tra Sassari e Trento, mentre nel mezzogiorno domenicale di Sky, andrà in scena il big match di giornata, con Venezia che proverà a togliere l’imbattibilità a Milano. Tra le sfide delle 18.15, da segnalare il derby lombardo tra Brescia e Cremona, con Torino che ospiterà la lanciatissima Caserta e Capo d’Orlando che proverà a mantenersi nella parte sinistra della classifica, superando una comunque ostica Pistoia. Alle 20.45, Reggio Emilia andrà a Varese intenzionata a mantenere il suo secondo posto, in una undicesima giornata che si chiuderà lunedì sera col posticipo tra Cantù e Avellino.

I PROSSIMI TURNI DELLA CONSULTINVEST

Domenica 18 dicembre – ore 12.00: Pasta Reggia Caserta – Consultinvest Pesaro
Martedì 27 dicembre – ore 20.30: Consultinvest Pesaro – The Flexx Pistoia
Lunedì 2 gennaio – ore 20.30: Emporio Armani Milano – Consultinvest Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>