Pentathlon, sopralluogo in via Togliatti al cantiere: consegna lavori il 30 marzo

di 

16 dicembre 2016

PESARO – Consegna dei lavori: 30 marzo 2017. Poi i collaudi e quindi, molto probabilmente a settembre, l’apertura al pubblico dell’impianto sportivo di Pentathlon moderno. Quello di Pesaro, sarà il primo centro federale dopo quello di Roma.

Questa mattina è stato effettuato un sopralluogo al cantiere di via Togliatti al quale hanno partecipato, oltre al presidente nazionale Fipm Fabrizio Bittner, il delegato provinciale del Coni Alberto Paccapelo, gli assessori comunali allo sport Mila Della Dora e alla operatività Enzo Belloni e i componenti delle due commissioni consiliari di riferimento.

“Ormai siamo in dirittura d’arrivo”, dice con soddisfazione il direttore dei lavori Alfredo D’Ercole, accompagnando il gruppo nella visita. L’architetto fa indossare a tutti  caschetti e giubbotti catarifrangenti, poi fa il punto sul cantiere.

“Tra pochi mesi sarà tutto finito – spiega – Intanto da lunedì inizieremo a riempire la vasche per effettuare le prove”.

“Siamo soddisfatti di come stanno procedendo i lavori – interviene l’assessore Enzo Belloni – Oggi infatti abbiamo avuto la conferma che a marzo l’impianto sarà terminato. Certo, un intoppo c’è stato, però poi le imprese hanno viaggiato spedite. Questo impianto sportivo sarà una ulteriore eccellenza per la nostra città e per la Pesaro sportiva”.

Dunque, in primavera l’intervento sarà terminato. “Sì, ce l’abbiamo fatta, nonostante le difficoltà – esordisce il presidente Bittner – Adesso ci stiamo preoccupando di affrontare i problemi gestionali,  siamo già a buon punto, quindi contiamo, nel momento in cui saranno finiti i lavori, di partire il più velocemente possibile. Il programma è fine marzo, poi tra gli arredamenti e tutto il resto, diciamo che l’impianto andrà in funzione a  regime per la prossima stagione sportiva”.

Piano terra

Al piano terra si trovano gli spogliatoi (180 mq ciascuno, sia per i maschi sia per le femmine), tre vasche, l’area ristoro e la reception con gli  uffici.

Tre le vasche: la più grande di 21,50 x 25 metri, alta 1,90m, a otto corsie, riservata all’agonismo, ma utilizzabile anche per partite di pallanuoto. Le altre due più piccole: una vasca di 12 x 8 m, alta 1,20 m, che potrà essere impiegata per fare riabilitazione, acquagym ecc.; una terza di 8x 5 m, per i bambini da 0 a 3 anni, con annesso spogliatoio. “Le tre piscine – ha  detto ancora D’Ercole – hanno tre impianti di filtrazione separati, e quindi tre temperature dell’acqua differenti”. L’impianto è stato realizzato dalla Culligan.

Il cantiere di via Togliatti sta dando lavoro a 40 persone.

L’area sotterranea

La parte sotterranea della struttura è di 700 mq.  “Ora scendiamo nella ‘pancia’, che è il cuore della struttura, perché lì c’è tutta la parte dell’impiantistica”, ha detto ancora D’Ercole.

Il riscaldamento della struttura è stato fatto con pannelli radianti sotto il pavimento.

“Sono molto soddisfatta – dice l’assessore Mila Della Dora – presto verrà  consegnato alla città un impianto sportivo di grande livello. Un centro federale che non abbiamo mai avuto e che rappresenterà un’opportunità di crescita per un  bellissimo sport, qual è il pentathlon, nella nostra città. Vorrei anche sottolineare che un nuovo impianto sportivo creerà anche nuove opportunità di lavoro. Inoltre sarà il primo centro federale dopo quello di Roma, a Montelibretti”.

Il cantiere sta dando lavoro a 40 persone. Le imprese che hanno realizzato i lavori sono: Zolfanelli e Cicai, che hanno scelto come partner edile Gm costruzioni di Fano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>