Tasse, l’assessore Delle Noci difende Pesaro: “Meglio di Sondrio, al di là degli studi anche recenti”

di 

17 dicembre 2016

Antonello Delle Noci

Antonello Delle Noci

PESARO – “Continueremo ancora a lavorare insieme per alleggerire la tassazione locale e a ricercare soluzioni che portino il nostro territorio, le imprese e i cittadini fuori dalla crisi. In questo senso il monito della Cna, se di monito si parla, non può non essere raccolto”, dice l’assessore Antonello Delle Noci, dopo l’intervento della Cna in seguito all’analisi dell’Osservatorio nazionale sulla tassazione locale sulle Pmi.

“Proprio per questo, da anni, il Comune di Pesaro ha istituito un tavolo che include tutte le associazioni di categoria, i sindacati e il terzo settore – continua – E dove la stessa Cna contribuisce, per costruire politiche fiscali del lavoro e dello sviluppo. Pochi giorni fa gli stessi interlocutori, con Comune e università di Urbino e Ancona, hanno avviato un lavoro sulla ricerca di un nuovo modello di sviluppo. Con la finalità di individuare le migliori azioni, attraverso l’analisi dell’evoluzione economica del nostro distretto”.

L’assessore Delle Noci, tuttavia, non cela le sue perplessità sullo studio dell’associazione. Reputandolo ‘rivedibile’: “Pesaro, rispetto a molte altre città, ha una pressione fiscale minore. E stupisce che proprio Sondrio sia presa come migliore modello di riferimento. Su Imu e Tasi, in primis, adotta esattamente la nostra aliquota (il 10,6 per mille), con la differenza che a Pesaro c’è una tassazione più agevolata per i canoni concordati, pari al 30% in meno”.

Non solo: “Da noi c’è il 10 per cento in meno sui beni strumentali, per i proprietari che svolgono la propria attività. E ricordo anche l’istituzione dei contributi per le imprese del pacchetto ‘ripartipesaro’”.

Ancora: “A Sondrio la tassazione è al 2,5 per mille per l’immobile merce, a Pesaro si attesta all’1,9. Senza parlare di servizi, affitti, costi degli immobili,  trasporti: voci che a Sondrio sono più alte che a Pesaro. Su questo vale citare diversi approfondimenti del ‘Sole 24 Ore’: l’ultimo, risalente alla scorsa estate,  pone le Marche, insieme all’Umbria e al Friuli, tra le tre regioni d’Italia migliori nel rapporto tra tassazione e servizi. Così come la classifiche nazionali, che vedono il nostro Comune agli ultimi posti nella tassazione locale. Diverso è uno studio sull’intero territorio provinciale”.

“Ma ribadisco: alleggerire le tasse – conclude Delle Noci – è l’obiettivo di tutti, in primis del Comune. E il lavoro di squadra continuerà certamente anche nel 2017″.

Tags: , , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>