Volley A2, la myCicero – coccolata dallo sponsor – vuole tornare a vincere nella domenica degli scontri al vertice. S’avvicina il Natale, ma Bertini proibisce i… regali

di 

17 dicembre 2016

PESARO – La myCicero ospita la Lilliput Settimo Torinese, fino a domenica scorsa squadra rivelazione della serie A2. Soprattutto tenendo presente che le piemontesi, retrocesse in B1, erano state ripescate. Poi due sconfitte consecutive, a Filottrano e in casa con Soverato, hanno arrestato la marcia delle ragazze allenate da Maurizio Venco, sorpassate dalla Sab Grima Legnano, matricola terrible che – lo abbiamo anticipato – si candida a recitare il ruolo che appartenne, la scorsa stagione, alla squadra pesarese.

In verità, nelle due sconfitte, ma soprattutto quella casalinga con Soverato, perché contro la Lardini difficilmente sarebbe cambiato il risultato finale, alla Lilliput sono mancate la giovane centrale Yasmina Akrari e Adriana Vilcu, la schiacciatrice romena che non scende in campo dal 20 novembre novembre, a Caserta, quando la sua squadra vinse senza il suo contributo (3/19 e 16% offensivo). Domenica scorsa, però, Akrari ha giocato, eccome se ha giocato (18 punti, con 3 ace, 14/24 offensivo e 1 muro) e la Lilliput è tornata alla vittoria, superando il Millenium Brescia.

La myCicero è attesa da una fase finale del girone d’andata che darà risposte importanti, dovendo affrontare – in casa – Settimo Torinese e Filottrano per chiudere il girone a Olbia. Avversarie difficili, ma è soprattutto in casa propria che guarda la squadra allenata da Bertini, come ha ribadito l’allenatore marottese quando gli ho chiesto che cosa s’attende dalla sfida tra Filottrano e Legnano, visto che non è possibile perdano entrambe.

Non aspetto niente… Aspetto solo che la mia squadra faccia una grande prestazione”.

Matteo Bertini parla alle ragazze durante un time-out (Foto Eleonora Ioele)

Matteo Bertini parla alle ragazze durante un time-out (Foto Eleonora Ioele)

In questi giorni, sto leggendo “La mia rivoluzione”, l’autobiografia di Johan Cruyff (Bompiani), uno dei più grandi campioni della storia del calcio. A pagina 110 una frase che mi sembra adatta alla vostra situazione.
…Lavorai per prima cosa sui piccoli errori. Raramente sono i grandi sbagli a causare un problema, molto più spesso si tratta di piccole disattenzioni, ed è lì che comincia il lavoro dell’allenatore”.
E’ vero… è una frase che condivido assolutamente. Sono i dettagli che portano alla confusione, i piccoli errori che fanno la differenza”.

Giovedì sera l’ho vista arrabbiarsi per una palla caduta a terra per disattenzione. Come aveva anticipato, ha cambiato atteggiamento nei confronti della squadra.
Era giusto provare a cambiare qualcosa. Abbiamo avuto un confronto con tutte e siamo sulla stessa linea, sul lavorare con attenzione. Gli errori per disattenzione sono i peggiori, quelli che ti mandano in buca. Questi errori possono fare la differenza in una partita punto a punto, frenando la tua rimonta o, al contrario, favorendo quella dell’avversaria, magari senza fare niente di speciale, senza prendere alcun rischio. Se gli altri vogliono fare punto, devono rischiare: deve essere la nostra filosofia, sempre. E’ vietato fare regali, come abbiamo fatto, invece, nelle ultime partite. Abbiamo lavorato sull’attenzione, sull’atteggiamento, perché alla nostra squadra non mancano qualità tecniche ”.

Vi manca la miglior Kiosi.
Eleni sta provando a cercare gli automatismi migliori per il suo attacco, quelle sicurezze che in questo momento le mancano. In verità, non solo a lei… mancano a tutta la squadra, perché non stiamo facendo bene come squadra. Lo sappiamo e ci stiamo lavorando, tutti i giorni, tanto che questa settimana abbiamo fatto quasi sempre doppi allenamenti. Speriamo di avere risolto qualcosa a livello tecnico, ma soprattutto a livello mentale. Dobbiamo superare questo momento e metterci alle spalle i problemi che ci siamo creati, per ritornare quelle che eravamo due settimane fa. Già domenica dobbiamo ritrovare le sensazioni positive della partita, la competitività, la voglia di superare l’avversaria dall’inizio alla fine, non a sprazzi”.

In questo contesto potrebbero essere state importanti le belle parole che venerdì sera ha speso la famiglia Fanesi, vostro sponsor con il marchio myCicero.
Sanno che non stiamo vivendo un momento facile e ci hanno invitato alla cena aziendale, a una serata molto piacevole, come sempre. Sono persone fantastiche. Le sentiamo vicine, sentiamo la loro energia positiva che spinge a tornare a essere quelle che eravamo. Abbiamo ricevuto un grande aiuto e in noi c’è tanta voglia di fare bene anche per loro”.

Vi attende un’avversaria non facile, che ha pagato – soprattutto con Soverato – due assenze pesanti.
Quando giochi senza giocatrici quali Vilcu e Akrari, ma anche De Stefani, gli equilibri cambiano. Akrari è molto importante per la Lilliput. Akrari e De Stefani hanno recuperato, non so Vilcu, ma è vero che ci attende una partita difficile contro una squadra che è partita benissimo e sta disputando un grande campionato. La Lilliput gioca bene e ha fiducia nei propri mezzi. Rappresenterà una prova molto importante per noi”.

Al PalaCampanara i panettoni solidali della Croce Rossa

“Domenica – informa il Volley Pesaro -, in occasione della partita con la Lilliput, si potrà sostenere la Croce Rossa Italiana acquistando, all’interno del palazzetto, panettoni solidali realizzati artigianalmente. Inoltre, con una piccola offerta, si potrà anche avere il calendario per trascorrere un intero anno al fianco di chi soccorre prontamente tutte le persone bisognose: “Porta in tavola la solidarietà e sostieni Croce Rossa”. 

Il programma completo dell’11^ giornata di andata (domenica 18, ore 17)
PESARO – Settimo Torinese (arbitri Curto di Gorizia e Del Vecchio di Treviso)
Trento – Soverato
Filottrano – Legnano
Chieri – Caserta
San Giovanni in Marignano – Palmi
Brescia – Olbia
Mondovì – Cisterna

La classifica
Filottrano 29
PESARO 24
Legnano 21
Settimo Torinese 20
Soverato e Palmi 17
Trento 15
Chieri 13
San Giovanni in Marignano e Olbia 12
Brescia 10
Caserta 8
Cisterna 7
Mondovì 4

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>