Volley A2, Bertini e Santini: “Una risposta corale, ma dobbiamo dare continuità e giocare con cattiveria”

di 

19 dicembre 2016

PESARO – A due giornate dalla fine della stagione regolare, quindi con in palio ancora 6 punti, se si escludono Filottrano, Pesaro e Legnano, già qualificate, sono ancora 5 i posti in palio per i quarti di finale di Coppa Italia. Al momento, l’ottava è Chieri, che ha 15 punti come San Giovanni in Marignano, quindi dalla stessa Battistelli a Brescia (13) e Olbia (12) porte ancora aperte al primo turno di un trofeo che peraltro, alla luce del cambiamento di località che ospiterà la finale, sembra interessare soprattutto la Lardini, che per meriti propri ha le maggiori possibilità di qualificarsi al primo posto della stagione regolare dopo il girone d’andata e di conseguenza di avere il vantaggio del fattore campo dai quarti alla finale, che peraltro si disputerà in una partita secca nel campo della migliore classificata.

Questo il calendario delle squadre (in maiuscolo in casa):

Filottrano (31): Pesaro e CASERTA

Pesaro (27): FILOTTRANO e Olbia

Legnano (22): OLBIA e Palmi

Settimo Torinese (20): Chieri e CISTERNA

Trento (18): Brescia e CHIERI

Soverato (17): PALMI e San Giovanni in Marignano

Palmi (17): Soverato e LEGNANO

Chieri (15): SETTIMO TORINESE e Trento

S.Giovanni in Marignano (15): Cisterna e SOVERATO

Brescia (13): TRENTO e Mondovì

Olbia (12): Legnano e PESARO

La carica di Alice Santini salutata da Bertini dopo la vittoria sulla Lilliput (Foto Baioni)

La carica di Alice Santini salutata da Bertini dopo la vittoria sulla Lilliput (Foto Baioni)

Come si può notare, tanti i confronti diretti, tanto che – presumibilmente – si conoscerà la griglia della Coppa Italia solo la sera dell’8 gennaio. Come abbiamo anticipato, la prima partita dei quarti di finale, in programma i 18 gennaio (ritorno il 25), metterà di fronte prima e ottava, seconda e settima, terza e sesta, quarta e quinta.

La semifinali (8 e 15 febbraio) metteranno di fronte la vincente tra prima e ottava con la vincente di quarta e quinta; la vincente di seconda e settima con la vincente di terza e sesta.

Per spiegarci meglio: in questo momento, Filottrano affronterebbe Chieri e nel suo lato di tabellone Settimo Torinese se la vedrebbe con Trento. Nell’altro, Pesaro con Palmi e Legnano con Soverato.

Anche il calendario è favorevole a Filottrano, che nell’ipotesi di sconfitta piena a Pesaro avrebbe la possibilità di difendere il primato ospitando Caserta, sul cui futuro continuano a girare voci preoccupanti. Soprattutto per le ragazze e per lo staff ci auguriamo che siano voci infondate.

Ci si avvicina al derby, un appuntamento molto sentito, e la myCicero, che ha goduto di un giorno di riposo torna a lavorare già martedì mattina, per una seduta di pesi nella palestra del CrossFit Pesaro, in zona Torraccia; di sera, seduta video e lavoro tecnico a Campanara. Bertini, i suoi collaboratori e le ragazze s’alleneranno anche la mattina di Natale (ore 11, PalaSnoopy).

Una myCicero che vuole recuperare i punti persi, che vuole ritrovare se stessa. Come vi abbiamo raccontato giorni addietro descrivendo l’atmosfera che si respirava a Campanara, intorno a Matteo Bertini e alla sua squadra s’avvertiva tanta pressione. Così anche durante il riscaldamento. La risposta è stata quella desiderata dalla società, dall’allenatore e annunciata da Ghilardi, Mastrodicasa e Santini, da noi intervistate per capire cosa fosse accaduto in riva alla Ionio.

E quando Ghilardi, con la successiva collaborazione di Santini, ha salvato una palla impossibile, consentendo a Kiosi di mettere a terra il 19-11 del terzo set, l’applauso del pubblico – sempre inferiore ai meriti della squadra, al lavoro dello staff tecnico e della società – ha confermato che la myCicero era ritornata a fare la myCicero.

“Dobbiamo farlo sempre – ha commentato Bertini – ed essere costanti nel nostro approccio alla partita, nell’aggredire l’avversaria, qualunque sia l’avversaria. Deve essere il nostro modo di giocare, anzi di lottare. Solo così potremo arrivare agli obiettivi che ci siamo proposti a inizio stagione. Azioni così danno la carica, raddoppiano le energie. E Alessia ci ha fatto vedere – finalmente – di che pasta è fatta”.

La vittoria sulla Lilliput è stata archiviata presto, visto che in conferenza stampa si è parlato subito del derby, della sfida a Filottrano in programma lunedì 26 dicembre,m alle ore 17, sul taraflex di Campanara.

“Non so se sarà già una partita decisiva, sicuramente è un appuntamento importante. Come ho detto, dobbiamo affrontare tutte le avversarie con la stessa cattiveria, la stessa determinazione, cercando di fare bene le cose su cui lavoriamo in settimana. Poi, se qualcuno è più bravo di noi, gli battiamo le mani, come abbiamo fatto con Legnano. Se invece l’avversaria non gioca al massimo e gli regaliamo la partita, è giusto arrabbiarsi con noi stessi”.

Il racconto di una settimana difficile dalle parole di Matteo Bertini, dopo che ne avevate avuto anticipazione nei racconti degli allenamenti.

“Dopo lo scivolone di Soverato, abbiamo condiviso con le ragazze la decisione di allenarci di più, di stare più tempo insieme per cercare di ricostruire la squadra, visto che non eravamo più squadra e giocavamo ognuna per se stessa. Non possiamo accettarlo. Le ragazze sono state grandi perché hanno accettato questa filosofia mettendo in palestra tutto quello che avevano, tanto che sabato pomeriggio erano sfinite e abbiamo sostenuto un allenamento molto leggero. Abbiamo fatto una grande prestazione con Settimo Torinese, ma non basta: dobbiamo dare continuità. Credo che le ragazze lo sappiano. Con questa filosofia prepareremo anche il derby, allenandoci dando il 120 per 100 e in partita il 150 per 100″.

Alice Santini ha rappresentato le compagne in sala stampa. Ancora una volta, la fiorentina ha svolto un grande lavoro per la squadra e se l’attacco non l’ha assistita, ma come sempre ha messo a terra punti preziosi, dietro è stata la solita garanzia.

“Dopo partite come questa con la Lilliput non mi metto a guardare i punti fatti o meno. Sinceramente m’interessava la vittoria, ed è arrivata. E m’interessavano l’atteggiamento e la reazione. Come avete visto, la risposta di tutte è stata positiva. Ognuna a suo modo, ognuna in ciò che sa fare meglio. Va bene i numeri, ma le giocatrici si vedono dal campo, ed è stata la prestazione corale quella che ci serviva e siamo riuscite a fare, ed è stato importantissimo perché venivamo da un momento difficile. Volevamo la vittoria, volevamo i tre punti così”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>