Da Fano alla terremotata Montefortino partono 150 cesti natalizi

di 

22 dicembre 2016

img_9722FANO – 150 cesti natalizi sono in partenza domani da Fano, direzione Montefortino, Comune di poco più di mille abitanti in provincia di Fermo. Il Natale Più “va in trasferta” nel sud delle Marche, a sostegno di una delle tante comunità colpite dalle scosse di terremoto di fine agosto e fine ottobre.

Ha risposto presente la città di Fano all’appello lanciato dal sindaco di Montefortino, Domenico Ciaffaroni, primo cittadino di un paese le cui 150 unità famigliari non vivono più da tempo nelle proprie abitazioni perché queste sono state dichiarate inagibili, costringendoli ad arrangiarsi in alloggi di fortuna, chi in tenda dentro un fabbricato, chi in roulotte nei pressi della propria casa. Persone provate nell’animo, come confermano i volontari della Croce Rossa di Fano che già da tempo si trovano sul posto, persone che hanno bisogno quindi di trascorrere un Natale il più sereno possibile.

Una situazione che non ha lasciato indifferente la comunità fanese che, capeggiata dalla Proloco Fanum Fortunae, ha messo in piedi una macchina della solidarietà alla quale hanno aderito l’amministrazione comunale, la Proloco di Canavaccio, il C.B. Club E. Mattei, la Cooperativa Tre Ponti, il Conad Flaminio e l’azienda agricola Roberto Lucarelli di Cartoceto, aziende e associazione che, chi economicamente, chi con la fornitura di materiale e prodotti alimentari, hanno contribuito alla realizzazione di 150 cesti che saranno donati alle famiglie del comune Fermano durante una cerimonia prevista per venerdì 23 dicembre alle 12 circa.

A guidare la delegazione fanese il sindaco, Massimo Seri: “Fano ha un cuore grande – afferma il sindaco – e non perde occasione per dimostrarlo. Il Natale è un momento magico e tutti, specialmente chi si trova  in difficoltà, hanno il diritto di viverlo nella massima serenità possibile. Un cesto alimentare non potrà certo risolvere i problemi dei montefortinesi, ma spero possa contribuire a fargli dimenticare per un po’ le sofferenze con le quali sono alle prese a causa del terremoto”.

img_9717Insieme al sindaco Seri anche la presidente del Consiglio Comunale, Rosetta Fulvi, alcuni volontari della Cooperativa Tre Ponti , della Proloco di Canavaccio e del C.B. Club Mattei (che in questi giorni hanno messo a disposizione la loro sede per la realizzazione dei pacchi) oltre, ovviamente, al presidente della Proloco, Etienn Lucarelli: “Così come successo per Finale Emilia e Arquata del Tronto – dice Lucarelli -, siamo orgogliosi di dare il nostro contributo a chi ha più bisogno. Siamo orgogliosi, come Proloco, di avere al nostro fianco associazioni e volontari che non si tirano mai indietro quando si tratta di dare una mano”.

“Ringrazio a nome del consiglio comunale quei fanesi che si sono subito resi disponibili a dare una mano – aggiunge il presidente del consiglioRosetta Fulvi -. Tra di loro ci sono 2 dipendenti del Comune di Fano e questa iniziativa è partita grazie ad uno di loro. Il mio ringraziamento va anche alla rete dell’associazionismo, del volontariato, alla croce rossa alla protezione civile che non perdono occasione per correre in aiuto di chi ne ha davvero necessità. La nostra fortuna, di non essere stati colpiti dal sisma, deve tramutarsi in speranza per coloro che invece sono stati costretti a farci i conti e per noi è un onore poter dare un piccolo contributo anche con un semplice gesto come questo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>