Venduto il palazzo della Questura per 2 milioni e 100mila euro. Il ricavato andrà a manutenzione strade e scuole

di 

22 dicembre 2016

Marco Domenicucci firma l'atto di compravendita davanti al notaio Giovanni Giuliani

Marco Domenicucci firma l’atto di compravendita davanti al notaio Giovanni Giuliani

PESARO – E’ stato perfezionato questa mattina a Roma, nella sede dell’Invimit Sgr Spa (società partecipata del Ministero dell’economia e delle finanze), l’atto di compravendita di Palazzo Ceccolini, di proprietà della Provincia di Pesaro e Urbino, attuale sede della Questura di Pesaro. A firmare il documento, davanti al notaio Giovanni Giuliani di Roma, il procuratore speciale di Invimit Sgr spa Elena Nostro e il direttore generale della Provincia Marco Domenicucci, presente il responsabile dell’Ufficio Patrimonio della Provincia Enzo Fazi. Prezzo di vendita dell’immobile 2 milioni e 100mila euro. Soddisfatti il presidente della Provincia Daniele Tagliolini e il direttore generale Marco Domenicucci. “Il ricavato della vendita – hanno sottolineato – sarà destinato a finanziare interventi di manutenzione straordinaria di strade e scuole”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>