Il Carnevale arriva sui banchi di scuola del Torelli. Pacassoni: “La creatività è giovane”

di 

23 dicembre 2016

img_9754FANO – “Il Nostro Carnevale è fondato sulla creatività e la creatività è giovane. Voi potete dare molto alla nostra manifestazione”. Con queste parole, il vice presidente dell’Ente Carnevalesca Alfredo Pacassoni, a nome di tutto il consiglio direttivo, si è rivolto agli studenti del liceo scientifico Torelli che, questa mattina, prima dell’assemblea d’istituto hanno aperto le porte ai rappresentanti dell’ente. “Colgo l’occasione per fare gli auguri a tutta la città tramite i giovani qui presenti questa mattina, vera risorsa per la manifestazione con i quali possiamo instaurare un rapporto reciproco di collaborazione per attingere dalle loro idee e per donare loro conoscenze particolari e interessanti”.

Un incontro dinamico, reso ancor più specifico grazie alla presenza di chi ha fatto della creatività il proprio lavoro. Hanno preso parte all’incontro Cora Fattori, una delle ideatrici di Aria la Casa Consapevole, che ha lanciato un messaggi chiaro e deciso ai giovani fanesi: “Il Carnevale quest’anno vi apre le porte, non dovete perdere quest’occasione. Potete apprendere nozioni davvero interessanti, lezioni di creatività ma anche di praticità su come si costruisce un carro, il meccanismo interno piuttosto che la colorazione esterna. Passate pure a trovarmi al Coworking in via dell’Abbazia 8 e sarò felice da farvi da contatto per organizzare interessantissimi incontri formativi”.

img_9760Tra i relatori anche Filippo Borioni, imprenditore di successo che ha fatto della creatività uno dei suoi cavalli di battaglia. “Cosa potete fare di concreto per aiutare il Carnevale? – ha chiesto Borioni ai giovani studenti -. Tesseratevi all’Ente, seguite la pagina Facebook dell’evento e commentate con vostre proposte ed idee. Questa nuova Ente Carnevalesca è aperta all’ascolto e da loro, oltre che dare il vostro contributo, potete attingere tantissime informazioni utili e preziose. Infine partecipate attivamente alle sfilate, riscoprite il piacere di mascherarvi, un buon Carnevale dipende anche dalle persone che lo visitano e che lo vivono fino infondo”.

“Il Carnevale ha bisogno di voi – ha concluso Fabiola Pacassoni – aiutateci a renderlo sempre più di qualità così da trasformarlo in una opportunità per la città e per i suoi cittadini”. Studenti che hanno risposto con interesse, seguendo tutti i passaggi e gli interventi dei relatori, concludendo l’incontro con un grandissimo applauso.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>