Il grande cuore solidale dell’Inter Club Pesaro: cena natalizia per i terremotati di Visso

di 

29 dicembre 2016

MONTECCHIO – Otello è nerazzurro nell’anima. Stringe il calendario della “sua” Inter e sorride. Sorride “il ragazzo del ‘24” e ricorda la prima volta che andò allo stadio: fu nel ’36, quando aveva dodici anni. Già allora di fede nerazzurra. E adesso, che di anni ne ha 93, portati alla grande, lui la “ama” sempre, la sua Inter.

Anche la sorte ha voluto premiarlo. Ieri sera, infatti, alla cena organizzata dall’Inter Club Pesaro a Villa Borghese, a Montecchio, Otello, pesarese doc, per tanti anni titolare del negozio di baccalà in via G. Bruno, ha vinto due biglietti per assistere alla partita Inter-Pescara. Più chiaro di così.

E’ stata lui la vera mascotte della serata, alla quale hanno preso parte 240 tra soci e tifosi interisti.  Una festa natalizia, ma anche un momento di solidarietà, durante la quale è stata fatta una lotteria, il cui ricavato sarà interamente devoluto al Comune di Visso, devastato dal terremoto.

Alla cena, oltre al direttivo del club nerazzurro, con in testa il presidente Andrea Rinaldi, erano presenti anche l’assessore allo Sport Mila Della Dora e l’assessore al turismo e sport del Comune di Visso, Patrizia Serfaustini.

Nell’occasione l’assessore Mila Della Dora ha donato all’Inter Club Pesaro una targa di “plauso” per “l’iniziativa di alto valore morale e solidale rivolta ai terremotati del Comune di  Visso” e un’altra – ritirata dall’assessore Serfaustini – al sindaco di Visso Giuliano Pazzaglini, e ai suoi concittadino con “l’augurio che anche dallo sport e nello sport trovino la forza per costruire un futuro sereno”. Infine, una targa al Comune di Visso è stata donata anche dall’Inter Club Pesaro “in segno di amicizia e solidarietà”.

“Purtroppo Visso adesso è così – ha detto l’assessore Serfaustini indicando su un maxischermo le  immagini del Comune devastato dal terremoto -. Grazie a tutti per quello che state facendo per noi e per l’amicizia dimostrata. Spero di avervi al più presto nostri ospiti”.

“Nel nome dello sport si creano tante cose – ha esordito Della Dora – perché lo sport aggrega, con lo sport si socializza, dallo sport nasce solidarietà e amicizia. Ringrazio l’Inter Club per questa splendida  iniziativa che va in aiuto delle popolazioni terremotate”.

E alla festa non poteva mancare Babbo Natale, accompagnato da una “improbabile” renna, a portare doni ai bambini presenti.

“Il nostro club – ha raccontato Rinaldi – è il primo al mondo per l’iscrizione dei bambini. Ad oggi, per l’anno 2016/17 sono già 118 i tesserati, ma c’è ancora molto tempo per iscriversi”. La serata è stata allietata dalle barzellette di “Bicio”, che ha tenuto allegra tutta la compagnia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>