Calci e pugni dal compagno della sua ex: fanese aggredito e rapinato

di 

4 gennaio 2017

carabinieri_112_giu_13FANO – I carabinieri di Fano hanno tratto in arresto una coppia responsabile di rapina in concorso nei confronti di un 66enne fanese. Il fanese, mentre percorreva la via della Repubblica in bicicletta alle 7 di sera, è stato bloccato da un giovane albanese. Era una faccia già vista in quanto attuale compagno della sua ex, una 40enne cubana da anni a Fano.

L’albanese lo spinge a terra facendolo cadere dalla bicicletta e comincia a colpirlo con calci e pugni. Gli ordina di consegnargli i soldi ma l’uomo cerca di resistere. Di dietro sente una voce di donna che incita l’albanese nel sottrargli oltre ai soldi anche il cellulare che aveva nel borsello: era l’ex fidanzata cubana.

L’aggressione si conclude con l’uomo a terra con una costola rotta e la coppia che si allontana con il portafogli, il cellulare ed il borsello dell’uomo. Mentre l’uomo rantola a terra un passante chiama il 112. Dopo pochi minuti arrivano i carabinieri che prima accompagnano l’uomo in caserma per dettagliare l’accaduto e poi al pronto soccorso dove viene certificata la rottura della 6^ costola e contusioni varie con prognosi di 30 giorni.

Immediate le ricerche della coppia che si era data alla fuga da parte dei militari. Dopo poco i due vengono rintracciati, sottoposti a perquisizione e parte della refurtiva viene recuperata.

E. H., 26enne albanese, e J. M. R., 40enne cubana, entrambi già conosciuti dalle forze dell’ordine sono stati tratti in arresto per rapina in concorso e condotti in carcere. Dopo la convalida dell’arresto da parte del Giudice i due sono stati rimessi in libertà in attesa del processo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>