Appalto da 15 milioni, la Lega Nord parla di business dell’accoglienza

di 

11 gennaio 2017

Lega Nord MarcheLodovico Doglioni*

PESARO – Il sig. Prefetto di Pesaro qualche giorno prima di Natale, precisamente il 21 dicembre, firma un bellissimo regalo di quasi 15 milioni di euro per le cooperative della provincia che gestiscono il lucroso business dell’accoglienza. Nulla da dire in merito, la gara sembra ineccepibile, e dal punto di vista formale fa ovviamente riferimento al nuovo codice degli appalti, il decreto legislativo n. 50 varato dal governo Renzi che dovrebbe tutelarci da eventuali condotte poco chiare in fase di selezione e di aggiudicazione. Il condizionale è d’obbligo e sicuramente ci sarà un controllo meticoloso da parte delle autorità preposte affinché tutto si attui nella massima trasparenza e onestà, anche perché sarà sicuramente il più grande appalto pubblico del 2017 per la nostra provincia.

Non vogliamo entrare nel merito se tutto ciò sia giusto o meno, riteniamo però che il Governo, con la stessa solerzia con cui ha sollecitato la Prefettura per l’accoglienza migranti, sia così celere a risolvere le forti emergenze che attanagliano da anni la nostra provincia a causa della fortissima crisi e stagnazione che ha distrutto l’ossatura economica ed industriale della nostra provincia e che non riesce quindi a offrire posti di lavoro, né per i nostri giovani, né per chi il lavoro l’ha perso. I dati che sono arrivati negli scorsi giorni su occupazione e imprese sono disarmanti e colloca Pesaro tra le peggiori province del Paese. 

Complimenti anche a tutti quei sindaci del nostro territorio che non si oppongono all’occupazione degli immobili che le varie cooperative affittano per il loro lucroso business, cosa che invece succede nei comuni governati dalla Lega, riempiendo così vaste aree dell’entroterra con i presunti profughi. Non si rilancia un territorio già bastonato economicamente con la speranza di qualche posto di lavoro come “operatore sociale”, al servizio dell’assistenza immigrati anche se questo è l’unico settore economico in forte crescita e le uniche aziende che raddoppiano i fatturati e gli utili sono indubbiamente queste cooperative.

Ma se ci sono soldi per i profughi, e pure tanti, sicuramente ci saranno anche per chi da generazioni paga le tasse in questo paese o adesso i pesaresi non hanno diritto più a nulla? 

*Commissario Provinciale Lega Nord Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>