“Presa la banda della Lancia Lybra”, il ringraziamento di Fdi Fano ai carabinieri

di 

11 gennaio 2017

Stefano Pollegioni

Stefano Pollegioni

Stefano Pollegioni*

FANO – In prima linea il nostro ringraziamento all’Arma dei Carabinieri di Fano e Cartoceto  per  la brillante operazione che ha portato, grazie alla loro preparazione professionale, ad individuare e ad assicurare all’Autorità Giudiziaria i pericolosissimi, autori della cosiddetta  “banda della lancia lybra” specializzata in rapine negli uffici postali,  che da qualche tempo frequentavano, con un chiaro radicamento  delinquenziale il nostro territorio provinciale.

Purtroppo però questo conferma  che  il territorio soffre della presenza  di una tipologia di crimine a cui non eravamo abituati. A quanto pare gli  autori, del crimine,  si stabiliscono nel territorio  e, visto la tipologia di persone e modus operandi, confermano le  dichiarazioni , qualche tempo fa, del Procuratore della Repubblica di Pesaro Dott. Manfredi Palumbo  sulla presenza di criminalità organizzata con il rischio di stampo anche mafioso.

Tali operazioni non vanno sottovalutate e pensiamo sia ora di fare qualcosa di concreto per evitare che, in un momento difficile come questo in cui  la sicurezza è fortemente penalizzata dai tagli  del Governo,  sfugga di mano.

I tagli del Governo hanno certamente fatto si che  la professionalità delle Forze dell’Ordine è messa in grande  difficoltà per la  mancanza di personale e di mezzi. Organico che deve ottemperare ai servizi degli uffici e spesso viene impiegato in vari servizi come quelli  di Ordine Pubblico nelle varie manifestazioni a volte anche fuori regione. 

Abbiamo più volte ribadito  la sofferenza di organico del Commissariato di Polizia di Stato di Fano, ridotto alla metà dell’organico previsto ma anche dei Carabinieri. Questa problematica compromette la possibilità di avere una copertura adeguata nel  territorio che possa garantire la sicurezza dei cittadini, delle aziende e degli esercizi  commerciali.

Nonostante le tante difficoltà interne delle Forze dell’Ordine loro non si fermano e ancora oggi possiamo ringraziarli per averci protetto  da pericolosi criminali.

Proprio per questo dobbiamo dare loro più forza, con  uomini e mezzi ,  richiamando, ancora una volta, le figure Istituzionali Governative elette in questa provincia, dal PD, ad uscire dal torpore  e ad occuparsi della situazione per risolverla. Purtroppo nonostante averlo fatto più volte ad oggi non abbiamo alcuna risposta.

E’ tempo che le Amministrazioni locali investano sul tema sicurezza, molto sentito dalla cittadinanza, con una collaborazione e una seria e concreta disponibilità nei confronti dei detentori della sicurezza che sono le Forze dell’Ordine dello Stato. 

Ritengo, come già proposto, che un tavolo locale di concertazione organizzato dalle amministrazioni  Comunali, nella figura del Sindaco, a cui far sedere   la Polizia Municipale e le Forze dell’Ordine dello Stato possa essere un modo efficace per scambiarsi informazioni preziose e pensare come poter  collaborare  per meglio vigilare sul territorio mantenendo comunque ognuno il proprio ruolo. Sinceramente non vedo segnali che dimostrano questo tipo di unità .  Anzi mi sembra che le Amministrazioni Comunali ,  spesso evitano di entrare nel merito.  

*Coordinatore FDI Fano, delegato provinciale per la sicurezza

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>