Volley A2, Giulia Carraro: “Giocare contro Pesaro è stata una grande emozione, ma sono contenta della mia prova”. Nomikou da Trento a Mondovì

di 

11 gennaio 2017

PESARO – La trasferta a Olbia è già in archivio. Stamattina la myCicero Volley Pesaro è ritornata in palestra per riprendere la preparazione in vista della gara di domenica prossima a Cisterna di Latina.

Resta il ricordo di due giorni spesi al seguito delle colibrì che hanno riservato anche il piacere di ritrovare Giulia Carraro che è stata la palleggiatrice del Volley Pesaro nella stagione 2013/14, la prima in serie B1. Come dicono i Balusch, “una colibrì è per sempre” e Giulia se ne è resa conto incontrando Carlo, Mauro e Mino, i tre tifosi che hanno raggiunto la città gallurese soggiornando nel Geovillage, la bella struttura turistica che ospita quasi tutte le ragazze dell’Hermaea Olbia (come potrete leggere domani negli appunti di viaggio dei Balusch).

Sabato sera, parlando con Giulia nella sala ristorante, le avevamo confidato il nostro dispiacere nel sapere che la sua squadra era in oggettiva difficoltà. Non sapevamo ancora che il virus che stava colpendo le ragazze di Bertini avrebbe messo in difficoltà anche la myCicero. Ovvio che Giulia e le compagne sperassero di più, soprattutto dopo che Francesca Villani aveva provato a schiacciare durante il riscaldamento.

“Abbiamo iniziato sotto tono – ha commentato a fine gara la veneziana -. Ci stava, vista l’assenza di diverse titolari, che si avesse un po’ di timore, anche perché abbiamo dovuto schierare giocatrici fuori ruolo (la centrale americana Whitaker utilizzata da opposto; ndr). E Angelina non ha avuto un grande avvio. Nel secondo set, giocato punto a punto fino alla fine, ci ha dato coraggio e credevamo fosse possibile giocarcela fino in fondo. Però Pesaro è una bella squadra…”.

Anche se in precarie condizioni.

“Ma ha giocato al completo, noi no. Abbiamo dato il massimo che potevamo dare ed essere contente di questo”.

img_6920

Giulia con Mauro, Mino e Carlo al termine della partita giocata sul taraflex del Geovillage

Lei era un po’ emozionata, come ci aveva confidato alla vigilia, ma abbiamo visto le solite belle mani e diverse felici intuizioni, compreso un grande ace.

“Ero emozionata, non lo nascondo, ma è bello giocare contro Pesaro. Volevo fare vedere che sono brava anche all’allenatore che conosco e stimo. Non lo nascondo: sono contenta di come ho giocato”.

Appuntamento al 15 aprile per la partita di ritorno.

Intanto, dopo l’ingaggio di Silvia Lotti da parte dell’Entu Olbia, si registra un altro movimento importante in serie A2: la Lpm Bam Mondovì ha ingaggiato Maria Nomikou, la schiacciatrice greca che nella serata di ieri ha rescisso consensualmente il rapporto con la Delta Informatica Trentino e ha trovato subito l’accordo con la società piemontese. Per la giocatrice ellenica, 11 partite e 59 punti. Forse sia Maria sia l’allenatore trentino Ivan Iosi s’attendevano di più, tanto è vero che nelle ultime settimane giocava decisamente poco, o addirittura niente. Adesso spetterà a Luca Secchi, allenatore di Mondovì, farla rendere al meglio. Il particolare curioso di questo trasferimento è che Maria Nomikou tornerà subito a Trento, perché domenica – prima di ritorno – è in programma Delta Informatica Trentino – Lpm Bam. “Nello sport – ha dichiarato Maria all’ufficio stampa della sua nuova società – succede di dovere cambiare squadra e per questo io adesso guardo avanti, alla mia nuova squadra: Mondovì. Abbiamo un campionato da finire e io giocherò facendo del mio meglio, secondo le indicazioni della società e dell’allenatore luca Secchi. Dobbiamo disputare tante partite e spero che la stagione si concluda al meglio: vogliamo risalire la classifica”.

“L’ingaggio di Maria Nomikou è molto importante per noi – commenta Alessandra Fissolo, presidente monregalese -. Ho avuto modo di parlarle e mi ha fatto una bellissima impressione. Sono certa che le altre ragazze saranno felici di proseguire la stagione insieme”.

I giorni scorsi avevamo ipotizzato – stando alle nostre informazioni – il trasferimento di Giulia Pascucci da Caserta a Soverato. Sembra che il nuovo allenatore, Fabio Bonafede, abbia posto il veto sulla cessione, decidendo di puntare sulla giocatrice umbra, anche perché Caserta ha perso già Sonja Percan, andata a giocare in Indonesia. Non bastassero Russia, Cina, Azerbaigian e Turchia, se ci si mette anche l’Indonesia…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>