Volley A2, il meglio (ma anche il peggio) della 14^ giornata: Trento ringrazia le scelte di Sofia… Rebora

di 

16 gennaio 2017

PESARO – Nomi nuovi, ma anche giocatrici già alla ribalta della nostra rubrica fra le protagoniste della prima giornata di ritorno del campionato di pallavolo femminile serie A2 nomi nuovi.

Dei tanti numeri della 14^ giornata della stagione regolare, ci ha colpito una statistica della partita tra Golem Software Palmi e Lilliput Settimo Torinese: Yasmina Akrari, centrale piemontese, 23 anni, potrebbe avere stabilito un record: 35 attacchi. Oggettivamente, sono un rarità, ma la Lilliput ha sfruttato al massimo le difficoltà delle calabresi, prive di Luisa Casillo (e non si è capito perché, o almeno non è stato spiegato) e Tiziana Veglia, infortunata. I 25 punti di Akrari sono tanta roba, anche se in passato – esattamente nella stagione 2010/11 – nella partita giocata il 14 novembre tra la Mastergroup Pane di Matera e l’Esse-ti Loreto, finita 2-3, Federica Mastrodicasa, attuale capitano della myCicero Pesaro, realizzò gli stessi punti con una percentuale da favola: 18/22, più 2 ace e 5 muri. Di quella squadra, allenata da Andrea Pistola, facevano parte, fra le altre, Alice Santini, anch’egli alla myCicero, Agostinetto e Giuliodori, oggi alla Battistelli San Giovanni in Marignano, e Giulia Pietrelli, in A1 a San Casciano.

Miss Scorer, migliore realizzatrice

Angelina

Giulia Angelina (Entu Olbia): ha realizzato 28 punti, che per lei non sono un record, visto che è la migliore realizzatrice della stagione con i 36 punti messi a segno a Palmi (terza di andata). Forse è il palasport calabrese a portare bene, anche perché spesso le partite vanno al tie-break. Così, ieri, anche Emanuela Fiore ha realizzato 28 punti. Il nostro riconoscimento va a Giulia Angelina che solo il prossimo 26 febbraio compirà 20 anni. Fiore ne ha quasi 10 di più. Di più: avendola vista in azione l’altra domenica, contro Pesaro, sono rimasto impressionato dalla ragazza di Grignasco. Un suo attacco in parallela è uno dei colpi più belli che ho visto nel girone d’andata.

Miss Ace, migliore servizio

Bici

Erblira Bici (Lpm Bam Mondovì): in verità, anche qui ci sarebbe una parità, perché la giovane albanese ha messo a segno 3 ace, come Silvia Lotti (ottimo il suo debutto in maglia Olbia), ma Erblira è più giovane.

Miss Wall, migliore muro

Akrari

Yasmina Akrari (Lilliput Settimo Torinese): i suoi 6 muri sono stati fondamentali per espugnare Palmi. Anche se la Golem Software era scesa in campo in precarie condizioni, i muri di Yasmina non sono una novità per le attaccanti avversarie.

Miss Spiker, migliore attaccante

Martinelli

Melissa Martinelli (Millenium Brescia): la centrale dei castelli romani ha frequentato la nostra rubrica fin dalla prima giornata, grazie ai 6 muri contro Chieri, che evidentemente le porta bene. Domenica ha attaccato 19 volte, mettendo a terra 14 palloni: 74% offensivo, una spinta per il successo lombardo.

Miss Setter, migliore palleggiatrice

Moncada

Elisa Moncada (Delta Informatica Trentino): in settimana era andata via Maria Nomikou, andata a Mondovì, avversaria domenica. E non ha giocato l’altra straniera, Miroslava Kijakova. La palleggiatrice aretusea ha fatto onore alle sue origine, giocando con precisione degna del suo illustre concittadino, Archimede e 5 compagne hanno chiuso in doppia cifra.

Miss Bagher, migliore ricezione

Paris

Sara Paris (Sab Grima Legnano): tanta esperienza in una faccia da ragazzina (chi mai le darebbe che ha 31 anni) al servizio della più bella sorpresa del campionato. D’accordo: Filottrano sta disputando un campionato fantastico, ma alzi la mano chi non aveva pronosticato una Lardini protagonista. E alzi la mano chi, la scorsa estate, indicava in Legnano la terza forza della serie A2.

Miss Flop, la delusione della giornata

mariya_karakasheva-214x300-1

Mariya Karakasheva (Volley Soverato): è la seconda apparizione nella parte meno piacevole della rubrica, ma ha chiuso con 2/18 offensivo, anche se ha fatto un buon lavoro in seconda linea (7 ricezioni, 86% positiva, 71% perfetta).

Miss Volley, la migliore giocatrice della giornata

rebora

Sofia Rebora (Delta Informatica Trentino): 16 punti con il 67% offensivo (10/15) e l’aggiunta di 2 ace e 4 muri. Le statistiche raccontano una partita praticamente perfetta per la centrale nata a Genova, città che sembra una benedizione per il ruolo… Ma se ghe penso

Mister Coach, migliore allenatore

FotoAtleta.asp.html

Ivan Iosi (Delta Informatica Trentino): le premesse non erano le migliori e l’andata era terminata con una sconfitta casalinga. Immaginate, poi, cosa sarebbe accaduto se Nomikou avesse disputato una partita strepitosa… Ma Trento ha vinto e convinto, malgrado le assenze, premessa importante in vista della gara di Coppa Italia, con Settimo Torinese, ancora in casa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>