Profughi, Paolini (Lega Nord): “La cooperativa incassa, i cittadini di Ponte Sasso sopportano i disagi”

di 

18 gennaio 2017

 

Luca Rodolfi Paolini (Lega nord)

Luca Rodolfi Paolini (Lega nord)

Luca Rodolfo Paolini*

FANO – Due notizie oggi fanno capire il livello di sottomissione cui sono soggetti i sudditi del Pesarese.

A Ponte Sasso una ex-colonia della Curia Urbinate viene concessa alla Coop Labirinto – di fatto monopolista in provincia del businness della accoglienza (a pagamento… sarei curioso di vedere quanti “buoni” sarebbero tali senza i 35 euro al giorno per assistito) per ospitare (per ora) 32 minori, che come noto costano (o rendono, a seconda dei punti di vista) fino a 80 euro al giorno.

A Ponte Sasso ci sono già circa 300 stranieri su 900 residenti. Quasi il 30%! Perché i “buoni a pagamento” non li portano a Pesaro città, dove il rapporto immigrati-residenti è di gran lunga inferiore? Tra l’altro, essendo minori, sarebbe più agevole gestirli in città… La risposta è implicita: i “buoni a pagamento” sanno bene che se si arrabbiano gli abitanti di qualche paesino o frazione, il rischio di avere danni elettorali è di qualche centinaio di voti al massimo. Se ti si ribellano due città come Pesaro e Fano, per il PD e i suoi amici di coop e onlus la musica cambierebbe subito. Inoltre se affitti immobili ameni, talora fatiscenti, massimizzi il guadagno….

Appendiamo poi, sempre oggi, che circa 400 stranieri ufficialmente disoccupati (vai te a capire se lavorano in nero…) che non hanno rispettato le regole, incassano indennità senza averne titolo. Cosa già grave, dati i tempi e i disoccupati italiani. Ma la cosa più disarmante è che anche laddove venissero accertate responsabilità che succederà? Nulla, perché questi signori non hanno nulla da perdere e quindi di fatto hanno solo diritti e nessun dovere.

Con buona pace del principio di uguaglianza di cui tanti si riempiono la bocca. No, cari amici, in Italia ormai da anni vige il razzismo al contrario: il sedicente profugo (che poi nel 90% dei casi non lo è…) ha solo diritti e nessun dovere di fatto… Razzismo al contrario, in 3 parole.

La Lega Nord – non appena le condizioni meteo saranno migliorate – manifesterà contro questa ennesima prevaricazione verso la popolazione di Ponte Sasso, nella consapevolezza, purtroppo, che finché non cambia governo e leggi, più di tanto non si può fare.

Aspettarsi un aiuto da parte di Seri o Ricci o dagli altri sindaci del PD è inutile. Troppi sono gli interessi economici ed elettorali che muovono le coop e le onlus. La “Labirinto” – che qui da noi è monopolista di fatto è una delle più “performanti” a livello nazionale, tanto da essere citata in “Profugopoli” di Mario Giordano, con un fatturato che è passato da 16.678.657 del  2013 a 19.044.940 nel 2014, con un incremento del 14% , e che, ci scommetto, incasserà anche i 15 del nuovo bando appena uscito.

E se tutto il resto della popolazione, e in particolare la popolazione dei centri più piccoli e periferici subiscono disagi o peggio…..chissenefrega. Businness is businness!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>