Carcasse di cefali al porto di Pesaro, risolto il caso

di 

19 gennaio 2017

Carcasse di cefali al porto

Carcasse di cefali al porto

PESARO – A seguito di puntuali analisi richieste dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Pesaro e svolte dall’ARPAM – Dipartimento di Pesaro, dall’Istituto Zooprofilattico sperimentale e dal locale servizio veterinario dell’ASUR, è emerso che l’episodio del rilascio di carcasse di cefali in porto è stato causato da agenti meccanici in relazione alla numerosità di esemplari presenti tra il mese di novembre e dicembre e non già per la presenza di inquinanti o di patologie della stessa specie ittica.

Questo approfondimento può essere rassicurante ai fini degli eventuali aspetti di sicurezza e salute pubblica.

La situazione è comunque monitorata nell’ambito delle ordinarie attività di istituto.

La Capitaneria di Porto di Pesaro coglie l’occasione per ringraziare sentitamente per la collaborazione fornita dalle categorie interessate e dalle Autorità che hanno condotto le verifiche di laboratorio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>