Ecco Vale e la Yamaha per il 2017: la caccia al “dieci” inizia da qui

di 

19 gennaio 2017

Presentazione nuova Yamaha (foto corsedimoto.com)

Presentazione nuova Yamaha (foto corsedimoto.com)

MADRID (Spagna) – Presentazione in grande stile per la Yamaha che a Madrid, nella sede della Telefonica, ha svelato la sua squadra per il 2017.

L’evento è iniziato con un video che ha raccontato tutte le vittorie ottenute in questi quattro anni di collaborazione tra la Yamaha e la Telefonica Movistar, quindi ha preso  la parola Valentino Rossi, forte dei suoi 12 anni di lavoro in Yamaha. “La presentazione del team è sempre un momento molto emozionante – ha detto il Dottore – perché significa che sta iniziando una nuova stagione. Io in questa squadra ho sempre avuto al fianco piloti molto veloci ma, francamente, Maverick all’esordio sulla M1 mi ha impressionato molto. Ora non è il momento di parlare di strategie anche perché la moto nei test è andata bene ed ora aspettiamo conferme nei prossimi test di fine mese a Sepang”.

Incalzato pero dai giornalisti presenti, Rossi è tornato Vale ed ha spiegato alla sua maniera come la vede, cioè senza tanti giri di parole: “Decimo titolo? Adesso o mai più? Non credo e  francamente spero di no, certo è che non sarà più difficile che in passato”.

Quindi ha concluso con una manifestazione di affetto, di grande affetto, per la sua Yamaha: “Spero che se la M1 sia tanto veloce quanto è bella”.

Difficile prendere la scena dopo il Dottore, ma Vinales è stato subito disinvolto, sereno e sicuro di se misurando parole e aggettivi. “Sinceramente neanche io pensavo di essere così veloce al debutto sulla M1- ha esordito Maverik Vinales – ed essere in questo team è per me incredibile. Confesso che sono  molto  motivato e che ancora devo imparare a guidare questa moto come so fare”. Praticamente tradotto dal linguaggio dei piloti significa: “voglio vincere subito” ma lui lo ha detto in maniera molto velata.

La M1 è davvero molto bella e con in sella una leggenda vivente, Vale, e un peperino come Maverik ne vedremo delle belle, sin dalla prima gara in Qatar perché nei prossimi test Vinales non si esporrà più di tanto e… “cercherà di imparare a guidare questa moto come sa fare…” in silenzio.

Vinales è furbo, più furbo di Lorenzo e già quasi veloce come Jorge: con altri 200 giri nel polso il fidanzato della Kiara – la Fontanesi campionessa di motocross e con lei vive a Parma – può diventare un osso duro per molti piloti della MotoGp.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>