Basket Pesaro, attesa per la sfida contro Torino

di 

26 gennaio 2017

Vuelle-Venezia-trofeo-Alphonso-Ford-foto-Filippo-Baioni00004PESARO – Un match difficile ma alla portata dei pesaresi alla seconda giornata del girone di ritorno del campionato di Serie A di basket. È quello che aspetta domenica 29 gennaio 2017 i ragazzi di coach Bucchi vogliosi di rivincita dopo la brutta prestazione della settimana scorsa contro Brescia, culminata con un -31 al fischio finale. La VL affronterà tra le mura amiche la temibile Fiat Torino e cercherà di sfatare una tradizione che l’ha vista sconfitta negli ultimi tre scontri diretti.

Un successo per smuovere la classifica, togliersi dalle secche della lotta per la salvezza e dimenticare la batosta di Brescia, magari avvicinandosi a chi sta davanti in classifica. Con questi obiettivi Jones, Thornton e compagni affronteranno, una Torino in un ottimo stato di forma, reduce dalla vittoria nel posticipo della prima di ritorno contro la quotata Avellino ed a cui Coach Vitucci sembra essere riuscito a dare una fisionomia definitiva. La sfida partirà con i favori del pronostico, confermato dal bookmaker BetStars che vede in vantaggio la squadra di casa, la cui vittoria viene data a 1.67. La VL dovrà tuttavia fare molta attenzione, visto che le forze in campo sono equilibrate e la quota per Fiat Torino non è molto più alta, è pari infatti a 2.15.

Una vittoria della VL sarà fondamentale per ripartire dopo il 99 a 68 rimediato contro Brescia. Una partita senza storia quella del 22 gennaio che ha visto la squadra di capitan Luca Vitali (per lui il nuovo record di assist della serie A con 19) dominare fin dalla palla a due e chiudere con ben 6 giocatori in doppia cifra. Un match nato male per i pesaresi che già ad inizio secondo quarto sono sul -18 dopo aver subito ben 31 punti nei primi dieci minuti. Una situazione fuori dalla quale Jones – l’unico a salvarsi – non riesce a trascinare i compagni che crollano fino al -20 all’intervallo lungo. Il divario continua ad ampliarsi nella ripresa fino a toccare quota 38 punti riducendosi, di poco, a qualche minuto dalla sirena finale. A deludere è stato soprattutto Bryan Harrow, acquistato in estate per essere il faro della squadra e autore di un solo canestro dal campo in tutta la gara.

Dal punto più basso della stagione vogliono ripartire i giocatori di Coach Bucchi e sconfiggere la Fiat Torino, salvando la panchina ad un allenatore sempre più in discussione. Pesaro è reduce da due vittorie nelle ultime 5 partite con le 3 sconfitte (esclusa quella di Brescia) arrivate sul filo di lana e al termine delle quali, se c’era una squadra a meritare la vittoria era proprio quella pesarese (vedi 88 a 84 contro Milano). C’è da sgombrare la testa dai brutti pensieri per battere una Torino che ha appena vinto in volata con la Sidigas Avellino trascinata da uno dei papabili mvp del campionato, Chris Wright, e che arriva da 3 vittorie nelle ultime 5 con la bellezza di 81 punti realizzati di media, a dimostrazione che la forza dei piemontesi sta proprio nell’attacco. Piemontesi che vantano anche una tradizione vincente negli scontri diretti: gli ultimi 3 precedenti, infatti, sono stati vinti proprio dalla squadra sponsorizzata Fiat.

Nel frattempo arrivano buone notizie dal fronte mercato da dove i tifosi e lo staff tecnico si attendono che il lavoro della dirigenza porti all’arrivo di un playmaker vero e con esperienza e di un esterno realizzatore in grado di spaccare le partite con il tiro da fuori. La Consultinvest, secondo alcune indiscrezioni, sta seguendo Darius Johnson-Odom, guardia dal canestro facile in uscita da Sassari che darebbe una grossa dose di imprevedibilità all’attacco di Bucchi. Sul giocatore americano sembra serrata anche la corte di una Varese al momento ultima in campionato. Altro giocatore che interessa il VL il kosovaro Dardan Berisha che alcuni rumor danno pronto a lasciare la squadra polacca del Polfarmex Kutno.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>