Volley: Viola Tonello, gli 8 muri della genovese della myCicero sono il record stagionale per la serie A2

di 

26 gennaio 2017

Le mani di Viola Tonello contro l'attacco di Claudia Provarono (Foto LVF)

Le mani di Viola Tonello contro l’attacco di Claudia Provarono (Foto LVF)

PESARO – La Coppa Italia regala numeri importanti e Viola Tonello, centrale della myCicero, inventa il “Gioco dell’otto”.

Già in archivio la 17^ vittoria stagionale della Lardini Filottrano, unica squadra italiana imbattuta nei campionati di calcio, basket e pallavolo, registriamo che la Sab Grima Legnano allenata dal marchigiano Andrea Pistola si conferma la grande sorpresa della stagione. La matricola lombarda è terza in campionato e si è qualificata alle semifinali di Coppa, dove affronterà la myCicero Pesaro. Dopo avere vinto la gara d’andata in trasferta, Legnano ha superato Soverato anche nella gara di ritorno. Lo ha fatto con due straordinarie rimonte nella fase decisiva del primo e del terzo set. Nel primo, le calabresi, con un parziale di 9-3, avevano recuperato 5 lunghezze di distacco, passando dal 16-12 interno al 19-21. Ebbene, nel momento più difficile, Legnano ha risposto con un 6-1 che ha portato al successo del set: 25-22. E si è ripetuta nel terzo, quando Soverato, che aveva incominciato male per l’ennesima volta (8-2), ha reagito guadagnando due lunghezze (14-16), difese fino al 19-21, quando è arrivata la definitiva rimonta di Coneo e compagne: 25-23.

Il numero più roboante, però, viene da Pesaro, dove Viola Tonello è stata protagonista della migliore prestazione stagionale al muro. Già in evidenza nella gara d’andata, suo esordio in sestetto, quando la straripante presenza a rete (3 muri) era stata importante per il successo pesarese, la centrale che lo scorso 3 gennaio ha festeggiato 23 anni si è ripetuta mercoledì sera. Anzi ha fatto meglio, restituendo al mittente 8 attacchi. Otto muri per 8 punti, il record stagionale in A2 che in precedenza apparteneva alla sua compagna di squadra Rossella Olivotto, sostituita dalla genovese, che ne aveva messi giù 7 nella gara d’andata di campionato con Chieri; a Serena Bertone (Soverato), 7 contro Filottrano; Alessia Mazzaro (Lardini), altrettanti contro la myCicero nel derby del 26 dicembre; a Kiesha Leggs (Fenera Chieri), domenica scorsa a Soverato.

Otto muri, un record stagionale, ma anche un buon 55% (6/11) in attacco, la percentuale migliore per le colibrì in una partita che pure non era iniziata bene per Viola (0/3 nel primo set).

“Avevo tanta voglia di fare bene, di giocare all’altezza della precedente partita in Coppa – ha commentato la genovese -. All’inizio eravamo un po’ tese, poi ci siamo sciolte, portando a casa il set che ci serviva per passare il turno”.

Bertini: “Semifinale con Legnano? Difficile ma divertente e bella da giocare”

Abbiamo scritto dei grandi numeri che la Sab Grima Legnano, a dispetto di un’età media decisamente bassa, è capace di produrre quando la palla scotta. Legnano, che con Filottrano è una delle due squadre che hanno espugnato Pesaro, sarà avversaria delle colibrì nella semifinale.

“Ci attende una semifinale difficile – così Matteo Bertini ha commentato l’incrocio con le lombarde – perché Legnano è la squadra che, nel girone d’andata, ci ha impressionato di più. Non siamo riusciti a fermarle con il nostro muro-difesa. Sono giovani che, quando si lasciano andare, esprimono un gioco di grande qualità. Sarà una semifinale difficile, ma anche molto divertente. Partite così sono le più belle da giocare”.

Da Palmi arrivano notizie sull’ingaggio di due giocatrici: una è Ilaria Angelelli, palleggiatrice, già compagna di Alice Santini a Urbino; l’altra è la giovanissima schiacciatrice croata  Bruna Ana Vrankovic, un cognome importante, ma nel mondo del basket. Arriva in Calabria da Bolzano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>