“Osteopatia, l’armonia silenziosa”: quando la scienza dialoga con l’arte

di 

27 gennaio 2017

ScienzArteANCONA – Sabato 28 gennaio, alle 10, ad Ancona, precisamente in via Fanti, 9 dove è situato palazzo Camerata, Dialogo secondo: “Osteopatia, l’armonia silenziosa”.

L’osteopatia valorizza le capacità di autoregolazione del corpo umano attraverso delicate manipolazioni.  Una “pseudoscienza”, secondo la comunità scientifica, o un approccio olistico efficace, secondo milioni di pazienti nel mondo?

Interviene Elisa Pedini, osteopata, reading a cura di Maurizio Boldrini con l’associazione Minimo Teatro di Macerata.

Elisa Pedini
Osteopata D.O. dal 2011, con formazione di 6 anni presso la scuola di osteopatia francese “Centre pour l’Etude, la Recherche et la Diffusion Osteopatique” di Roma, e Fisioterapista dal 1999 presso la facoltà di Medicina e chirurgia di Ancona. Prosegue la formazione di osteopata sul “Modello Biomeccanico Biocinetico Biodinamico e Spirituale della scienza osteopatica” secondo Rene’ Briend osteopata D.O. Si occupa quotidianamente di osteopatia con lo scopo di ricentrare la persona sul proprio stato di Salute.

Maurizio Boldrini
Regista, interprete, docente teatrale, direttore della Scuola di Dizione Lettura e Recitazione e della Prima Scuola di Ingegneria Umanistica del Minimo Teatro di Macerata. Le sue ricerche sono studiate in istituzioni teatrali internazionali e  sconfinano il panorama teatrale interessando altri  ambiti operativi: architettura, medicina, antropologia. Le sue interpretazioni recitative di un vasto repertorio poetico, che spazia da autori classici ai contemporanei, sono esemplari per combinazione tra forme tradizionali e quelle più innovative del XX secolo.

Al termine dell’incontro si terrà una degustazione di tè con pasticceria e salati vegetariani.

Ecco il Flyer di ScienzArte.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>