Volley A2: da Fürst a Guiggi e Mastrodicasa, che detiene il record di muri in Coppa Italia, la storia è con Viola Tonello

di 

27 gennaio 2017

Viola Tonello ferma un attacco della piemontese Caneva (Foto Eleonora Ioele)

Viola Tonello ferma un attacco della piemontese Caneva (Foto Eleonora Ioele)

PESARO – Vi abbiamo raccontato, ieri, che gli 8 muri messi giù da Viola Tonello nella gara di ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia, vinta 3-1 dalla myCicero sul Fenera Chieri sono il record stagionale in serie A2. Una grande prestazione, quella della centrale genovese del Volley Pesaro.

Una prestazione che ha precedenti importanti, sia nella storia della pallavolo pesarese sia in quella delle compagne di squadra.

Una storia che, purtroppo, non ha il conforto dell’archivio della Lega, come ebbi occasione di scrivere in Appunti di Sport il 14 aprile 2016 raccontando le gesta di Diletta Sestini.

La centrale toscana, oggi in forza alla Teodora Conad Ravenna, murò 10 attacchi casertani nella gara d’andata dai playoff 2015/16 disputata in Campania il 13 aprile. Una grande prestazione, ottenuta in tre soli set, peraltro non riconosciuta dai dati ufficiali della Lega Pallavolo Serie A Femminile, che gliene attribuisce 8. Luca Nico, eccellente scoutman della myCicero, ne ha segnati 10. E ha ragione.

Viola Tonello può essere orgogliosa d’indossare una maglia appartenuta, appunto, a Diletta Sestini e di giocare in compagnia di Federica Mastrodicasa, che risulta la detentrice del record di muri in Coppa Italia di A2. Sono 9 i muri che la giocatrice abruzzese, oggi capitano della myCicero, mise a referto nella finale della stagione 2013/14, disputata sul taraflex del Palaverde di Villorba (Treviso) contro Montichiari che allineava le ex pesaresi Laura Saccomani e Lulama Musti De Gennaro. Finì con Il Bisonte San Casciano che s’impose al tie-break. In totale furono 18 i punti di Mastrodicasa in una partita che vide migliore realizzatrice Elena Nenkovska, avversaria delle colibrì in Coppa Italia ma anche domenica 29 gennaio in campionato, che chiuse con 25 punti. In campo, con Il Bisonte, anche Vingaretti, regista del Fenera Chieri.

Mastrodicasa

Mastrodicasa, 9 muri in una finale di Coppa Italia vinta con Il Bisonte San Casciano (Foto Eleonora Ioele)

Federica Mastrodicasa è stata protagonista di un’altra Coppa Italia di serie A2 vinta dopo 5 set. Nella stagione 2010/11, l’Esse.ti Loreto allenato da Andrea Pistola s’impose sul Lavoro.doc Pontecagnano, a cui non bastarono i 29 punti dell’ungherese Mariann Nagy nella finale disputata a Santa Croce sull’Arno. Migliore realizzatrice marchigiana Sara Giuliodori (19, con 6 muri), seguita dalle pesaresi di oggi Alice Santini (17) e, appunto, Mastrodicasa (15, con 4 muri).

Loreto vinse anche l’anno dopo (3-1 all’Icos Crema) nella finale ospitata nel palasport di Giaveno. Casillo e Giuliodori 17, Santini e Correia 14. In quella squadra giocava, poco perché era la riserva di Elena Drozina, Isabella Di Iulio.

Occhio alla semifinale con Legnano: Andrea Pistola ha vinto tre coppe

Risultati che inducono a pensare che la sfida con la Sab Grima Legnano sarà difficile, come ha anticipato Matteo Bertini dopo la qualificazione alla semifinale. A prescindere dalle indubbie qualità di Camilla Mingardi e compagne, i numeri raccontano che Andrea Pistola ha vinto 3 volte la Coppa Italia di A2, avendo trionfato anche nella stagione 2004/05 alla guida della Fornarina Civitanova Marche, che nella finale di Padova ebbe la meglio (3-0) sulla squadra di casa.

Abbiamo scritto che Viola Tonello può essere orgogliosa d’indossare la maglia pesarese, appartenuta in passato a Christiane Fürst, la centrale tedesca che nella stagione 2007/08, che propose una Coppa Italia a 28 squadre e 7 gironi, unendo le 12 di A1 alle 16 di A2, murò 9 attacchi della Foppapedretti Bergamo, che s’aggiudicò – in rimonta – al tie-break la finale di San Lazzaro di Savena. L’addetto al video della squadra bergamasca, allenata dall’urbinate Lorenzo Micelli, era Matteo Bertini. Un epilogo incredibile: la Scavolini perse pur avendo dominato al muro (23-11). Sheilla 28 e Carolina Costagrande 21 le migliori realizzatrici pesaresi; Francesca Piccinini 24 e Angelina Grün 20 per le orobiche.

Martina Guiggi, che oggi gioca a Bergamo ma allora era il capitano pesarese, chiuse con 13 punti. Sempre in maglia Scavolini, la centrale toscana murò 11 attacchi di Sassuolo nei playoff 2007. 11 muri anche per Lauren Gibbemeyer, americana nella Robur Pesaro 2012/13, nella semifinale 2014/15 tra Pomì Casalmaggiore e Conegliano.

Il record – 12 muri – in una manifestazione ufficiale italiana appartiene a Raphaela Folie (Modena-Vicenza del 2 marzo 2016) e Maja Poljak, la formidabile centrale croata che fece altrettanto in una sfida tra Novara e Bergamo. Entrambe le partite finirono al 5° set.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>