Rullo compressore Italservice: espugnata Merano (4-2) e allungo in vetta (+7 su Arzignano)

di 

28 gennaio 2017

PesaroFano-Cagliari (foto FIlippo Baioni) 00014MERANO – ITALSERVICE PESAROFANO 2-4
MERANO: Romanato, Guerra, Mair, Manzoni, Mustafov, Beregula, Trunzo, Svierkovki, Romanelli, Manon, Moretti, De Araujo. All. Reale
ITALSERVICE PESARO: Weber, Tondidandel, Egea, Stringari, Hector, Gennari, Tres, Burato, Lamedica, Mercolini, Cuomo, Vagnini. All. Cafù
ARBITRI: Francesco Paolo Spinazzola (Barletta), Gaspare Maurici (Prato). Crono: Alberto Vantini (Verona)
RETI: 2’43” Guga (B), 10’57” Tonidandel (P), 14’48” Burato (P); 37’53” Hector (P), 39’09” Beregula (B), 39’15” Stringari (P)

MERANO – L’Italservice centra l’ennesimo successo e consolida la vetta. Vittoria in rimonta per un’Italservice che a Merano ha offerto una grande prova di personalità.

Subito sotto 1-0 PesaroFano anziché demoralizzarsi si compatta e aggredisce la porta avversaria. Il pareggio è firmato dal capitano Tonidandel con un rigore, il sorpasso è invece opera di Burato, rientrato da un infortunio. Il primo tempo termina quindi con gli ospiti avanti per 2 reti a 1.

Un primo tempo opaco per i marchigiani, apparsi un po’ sottotono. Mentre dall’altra parte i padroni di casa hanno sparato tutte le loro cartucce, giocando una prima parte del match con molta intensità sia in attacco che in difesa. Tutta altra musica nel secondo tempo. E’ un’Italservice più concentrata e concreta quella che si è vista negli ultimi 20′ di gioco di un incontro giocato a viso aperto da entrambe le formazioni.

Poi cominciano le tante occasioni da parte dei ragazzi di Cafù. Prima Tonidandel parato da Romanato, poi Stringari chiuso da Guerra. Con la porta assediata il Merano a 3′ dal fischio finale chiama time out. Ma proprio a 2′ dalla fine della gara arriva l’allungo del PesaroFano con un missile di Hector, il capocannoniere della formazione.  Merano infatti inizia a mettere pressione e a 50” segna riaprendo i giochi. Sul 3-2, mister Cafù chiama time out chiedendo ai suoi uomini concentrazione. E’ Stringari risponde subito presente siglando il 4-2 che zittisce definitivamente il Merano.

Sabato prossimo alle 17,30 al PalaCampanara arriva Ciampino, l’unica squadra finora capace di fermare quest’anno il PesaroFano. E ora, con la sconfitta di Arzignano a Roma con l’Olimpus, i punti di vantaggio sulla seconda sono 7.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>