Vis a Jesi per rompere un sortilegio di mezzo secolo: le ultime. Diretta testuale su pu24.it

di 

28 gennaio 2017

Vis Pesaro-Alfonsine (foto Filippo Baioni) 00019 esultanza VisPESARO – La Vis vuol rompere un sortilegio lungo 49 anni o giù di lì. Tanti ne sono passati dall’ultima vittoria pesarese a Jesi, un 2-1 con Angelo Becchetti allenatore datato 1968. Da lì in poi tante, troppe delusioni, con lo 0-3 dello scorso campionato, materializzatasi precisamente il 4 ottobre 2015, a certificare la decima sconfitta sui 16 ultimi derby giocati nello stadio jesino in cui gli unici mezzi sorrisi sono stati regalati da 6 pareggi.

Considerando anche le gare disputate a Pesaro, la Vis affronterà la Jesina domani per la 54esima volta, coi precedenti che globalmente sorridono ai pesaresi che si sono imposti 20 volte contro 12 (ben 21 i pareggi), segnando 56 reti e subendone 39. Andrebbe aggiunto poi lo 0-0 di coppa Italia di fine settembre, coi leoncelli allora allenati da Vagnoni promossi al turno successivo tramite calci di rigore, tre giorni dopo l’incontro di campionato che aveva sancito la prima vittoria della banda di Sassarini nel presente torneo (1-0 griffato Costantino).

In settimana i vissini si sono allenati per tornare a mostrare quel gioco spumeggiante che tanto ha fatto innamorare i tifosi, che domani scenderanno nella vicina Jesi in buon numero (saranno più di 200). Detto che Raparo è ancora out per pubalgia, al pari di Tedesco che tornerà solo a febbraio e del portiere Iglio che ancora deve esordire perché s’è fratturato il dito di una mano qualche giorno dopo il suo arrivo all’ombra della Palla di Pomodoro, i ballottaggi riguardano la mediana (Rossi o il baby Dadi?) e l’esterno alto di sinistra, con Cremonesi, Bugaro e Santucci a giocarsi l’unica maglia disponibile. Qualche dubbio pure sul modulo, col 4-2-4 favorito sul 3-4-3 visto a Pineto due domeniche fa.

La Jesina sarà priva dello squalificato Tafani, il capitano, con uno fra il ’96 Calcina e l’over Cardinali che saranno schierati al fianco di Labriola, il grande ex che in settimana ha confermato che Pesaro gli è rimasta nel cuore. Tutti abili e arruolabili gli altri, con Bugari che proporrà presumibilmente il 4-3-3 con di punta Shiba supportato da Cameruccio e Trudo.

Al Carotti di Jesi arbitra Davide Copat di Pordenone (assistenti Sergio Binetti di Barletta e Mauro Dell’Olio di Molfetta), due precedenti con la Vis datati 2014-2015 (2-2 a Chieti) e 2015-2016 (2-0 biancorosso sul Castelfidardo). Inizio ore 14.30, diretta testuale su pu24.it.

LE PROBABILI FORMAZIONI

Jesina (4-3-3)
Tavoni; Compagnucci, Labriola, Calcina (Cardinali), Anconetani; Bontà, Censori, Cardinali (Vita); Cameruccio, Shiba (Pierandrei), Trudo. All. Bugari

Vis Pesaro (4-2-4)
Stefanelli; Ficola, Paoli, Gennari, Mureno; Grieco, Dadi (Rossi); Comi, Costantino, Ridolfi, Bugaro (Cremonesi) (Santucci). All. Sassarini

Arbitro
Davide Copat di Pordenone

LA 21ESIMA GIORNATA DI SERIE D GIRONE F

Domenica 29 gennaio ore 14.30
Alfonsine – Recanatese
Castelfidardo – Matelica
Jesina – Vis Pesaro
Pineto – Romagna C.
Sammaurese – Campobasso
San Marino – O. Agnonese
San Nicolò – Monticelli
Vastese – Fermana
Riposa Civitanovese

LA CLASSIFICA DOPO 20 TURNI

Fermana 41
Vis Pesaro 35
Matelica* 34
Vastese 32
San Nicolò* 31
Sammaurese 29
O. Agnonese* 28
Monticelli 25
Jesina* 23
San Marino 22
Romagna C. 21
Campobasso* 19
Pineto* 18
Alfonsine 17
Civitanove. 16
Castelfida. 15
Recanatese 13

*Una partita in meno
Vastese, San Nicolò e San Marino hanno già riposato

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>