Il Consiglio comunale saluta il segretario generale Deborah Girarldi e la consigliera Bassi (M5S)

di 

30 gennaio 2017

PESARO – “E’ un Consiglio comunale un po’ particolare quello di oggi. A nome mio e di tutti i consiglieri voglio ringraziare il segretario generale per il lavoro e il grande impegno profuso nella nostra amministrazione comunale”. Il presidente dell’assise Andrea Nobili ha voluto salutare così Deborah Giraldi, che da mercoledì 1 febbraio rivestirà un nuovo, importante ruolo di dirigente regionale con le deleghe di Servizio Affari istituzionali e integrità, alle dipendenze del presidente Luca Ceriscioli.

La Giraldi, che aveva preso servizio in Comune il 10 luglio del 2010, lascia dunque l’incarico dopo quasi sette anni. Per lei anche gli auguri del sindaco Matteo Ricci: “Ha svolto il suo lavoro con grande professionalità e di questo la ringrazio, perché non è facile lavorare con me. Ha fatto bene ad approfittare di questa grande opportunità di lavorare in Regione, accettando un incarico importante per la sua carriera”.

Da parte sua, il segretario, con un velo di commozione, ha ringraziato tutti i dipendenti del Comune e tutte le persone che hanno lavorato in stretta collaborazione con lei. Un pazzo di rose bianche le è stato consegnato dal sindaco Matteo Ricci.

Ma Deborah Giraldi non è la sola che lascia il Comune. Anche la consigliere Edda Bassi del M5S ha annunciato le sue dimissioni per motivi di lavoro. “Quello in Consiglio è stato un impegno che, nel bene o nel male, mi ha arricchito. Anche se mi dimetto la mia attività all’interno del Movimento 5 Stelle andrà avanti”. Anche a lei un mazzo di fiori dal presidente Andrea Nobili.

Al suo posto subentrerà Francesca Frenquellucci.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>