Rischia di essere investito sulle strisce davanti al cimitero. La rabbia dei pedoni

di 

31 gennaio 2017

Le strisce pedonali di via Mirabelli

Le strisce pedonali di via Mirabelli

PESARO – Martedì mattina, ore 11, Via Mirabelli, la strada del cimitero. Un uomo attraversa sulle strisce pedonali. Diretta verso l’incrocio di Loreto, arriva una Nissan Micra grigia. Chi guida non vede (non vede? Non guarda!) e rischia di investire il pedone che è bravo a fermarsi in tempo – lui, non il conducente dell’auto – evitando di essere travolto sulle strisce.

Non c’è il sole, quindi non si può essere abbagliati. Non piove, l’asfalto non è viscido, ma chi guida non rispetta il limite di velocità, che è di 30 chilometri all’ora, ma è puntualmente disatteso. Non è la prima volta, e purtroppo non sarà l’ultima, che si rischia di essere investiti sulle strisce, anche quelle poste davanti all’entrata del cimitero. Anche il martedì quando il traffico pedonale è più intenso per raggiungere il mercato. Il pedone urla all’indirizzo dell’automobilista, che prosegue ignorando. Tanto ormai è passata la norma che si deve fermare il pedone, non l’automobile. I passanti sono indignati. Ma a cosa serve la loro indignazione?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>