Volley A2, Caserta – prossima avversaria della myCicero – punta su Desiree Glod, intanto ha una grande Boriassi

di 

31 gennaio 2017

Giada Boriassi (3) a muro con Beatrice Agrifoglio (Foto Pietro Junior Zampilla, dalla pagina Facebook del VolAlto Caserta)

Giada Boriassi (3) a muro con Beatrice Agrifoglio (Foto Pietro Junior Zampilla, dalla pagina Facebook del VolAlto Caserta)

PESARO – Potrebbe essere Desiree Glod, venezuelana di 35 anni, il rinforzo che sta cercando Caserta, prossima avversaria della myCicero. Alta 1,78, schiacciatrice, vanta esperienze italiane, avendo giocato quattro stagioni in serie A2, tra il 2009/10 (Chieri) e il 2012/13 (Crovegli), ma avendo indossato anche le maglie di Giaveno e Soverato. A Crovegli, ha giocato con la pesarese Silvia Bussoli e la pergolese Francesca Rosa. A Giaveno era in squadra con l’ex colibrì Elisa Cardani. Sembra che da giorni si stia allenando con il VolAlto, arrivato domenica all’ottava sconfitta consecutiva, anche due delle ultime tre battute d’arresto sono maturate al tie-break. La squadra campana non vince dal 4 dicembre, quando superò 3-0 l’Omia Cisterna. Da due mesi, quindi, è a secco di successo e ha messo in cascina solo 4 punti per sconfitte al 5° set. Poco, troppo poco per una squadra partita tra le favorite nella lotta alla promozione. O comunque inserita -con Pesaro, Filottrano e Trento – fra le candidate ai playoff per andare in A1.

L’ennesima sconfitta patita in casa con Soverato e la contemporanea vittoria in trasferta di Mondovì a Olbia avrebbero indotto la dirigenza casertana a rompere gli indugi e tesserare almeno una nuova giocatrice, anche perché al roster mancano maledettamente Sonja Percan, che è andata in Indonesia, e Giulia Pascucci, infortunata a un ginocchio e sottoposta a intervento chirurgico.

Contro Soverato, ha giocato una grande partita l’ex pesarese Giada Boriassi, che prima era poco utilizzata dall’allenatore Bonafede. Chiamata in causa in tutti i set, la carrarese ha risposto nel migliore dei modi: 20 punti, con 14/30 offensivo, 2 ace e 4 muri. Uniti ai 15 punti di Marilyn Strobbe e ai 12 di Giulia Mio Bertolo, hanno prodotto 47 punti con le tre centrali, anche se Mio Bertolo ha giocato opposto. Una situazione già affrontata dalla myCicero nella trasferta di Olbia, quanto la squadra gallurese -priva di Radonjic, lasciata libera – giocò in posto 2 con l’americana Whitaker.

Ora bisognerà attendere per sapere se la venezuelana sarà messa sotto contratto e giocherà a Pesaro oppure se anche a Campanara Caserta si presenterà in formazione rimaneggiata.

Legamento crociato rotto, Kasia Skowronska torna in Polonia

Infine, un arrivederci a Kasia Skowronska, signora degli scudetti pesaresi, che torna in Polonia. Kasia è stata vittima di un bruttissimo infortunio (rottura del legamento crociato del ginocchio destro) che l’obbliga a lasciare l’Italia, la Foppapedretti Bergamo. Potete vedere il suo saluto nell’intervista pubblicata nella pagina Facebook della squadra orobica, ma anche nel canale youTube. Tanti auguri di pronta guarigione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>