Coop Alleanza 3.0 sui buoni pasto Repas: “Accordo non rinnovato per costi troppo elevati”

Coop Alleanza 3.0

Foto tratta dal web

Da Coop Alleanza 3.0 riceviamo e pubblichiamo la seguente nota in risposta alla segnalazione del Silp (rileggi qua) sui buoni pasto rifiutati ai lavoratori della polizia:

BOLOGNA – Coop Alleanza 3.0 desidera illustrare le ragioni che hanno portato alla scelta di non accettare più, dal 1° gennaio da quest’anno, i buoni pasto Repas nei propri punti vendita. La risposta della Cooperativa segue alcuni articoli usciti sulla stampa con richiesta di chiarimenti da parte segretario provinciale del sindacato di Polizia Sil Pierpaolo Frega (la Repas si è aggiudicata infatti l’appalto per l’erogazione dei buoni pasto con la Pubblica Amministrazione nelle regioni del Centro Italia).

Coop Alleanza 3.0 ha cercato anche per il 2017 di rinnovare l’accordo con Repas, per continuare a offrire un servizio gradito ai propri soci. Tuttavia, non è stato possibile chiudere positivamente la trattativa a causa dei costi sproporzionalmente elevati – risultato della somma di commissioni e costi accessori – richiesti da Repas stessa, e sui quali l’azienda emettitrice di buoni non si è dimostrata disponibile a trattare, non prendendo in considerazione le soluzioni meno gravose proposte dalla Cooperativa.

Si tratta infatti di costi molto superiori rispetto a quelli praticati sul mercato da altri enti emettitori, con un ammontare che pare dettato non da una normale logica commerciale – alla quale è oggettivamente estraneo – ma dalla verosimile pretesa di riversare sui destinatari finali dei buoni i consistenti ribassi operati per aggiudicarsi l’appalto. Un ammontare, in conclusione, che rende per Coop Alleanza 3.0 del tutto insostenibile dal punto di vista economico l’accettazione dei buoni.

Data questa chiusura, Coop Alleanza 3.0 è stata impossibilitata a rinnovare l’accordo con Repas, avendo l’obbligo di tutelare tutti i propri soci: non potendo sostenere, cioè, costi eccessivi e ingiustificabili, che sorgono da pretese non accettabili come quelle descritte.

La comunicazione sul mancato rinnovo è stata data già da fine dicembre con appositi cartelli affissi nei negozi.

È opportuno infine ricordare che, proprio per venire incontro alle esigenze dei propri soci, Coop Alleanza 3.0 è da sempre impegnata per estendere quanto più possibile l’accettazione dei buoni pasto emessi da diversi enti, compatibilmente con la loro sostenibilità economica. Una condizione che, purtroppo, è venuta meno quest’anno nel caso di Repas.

Rimane, come di consueto, la disponibilità di Coop Alleanza 3.0 a incontrare nuovamente e a proseguire il dialogo con Repas per trovare, insieme, possibili soluzioni di intervento.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>