Volley A2, una myCicero pimpante è tornata al lavoro in vista della gara casalinga con Caserta, ora penultima in classifica

di 

2 febbraio 2017

Un momento dell'allenamento di mercoledì sera a Campanara

Un momento dell’allenamento di mercoledì sera a Campanara

PESARO – “Ragazze, in quest’ultimo periodo abbiamo visto più voi dei nostri fidanzati”. Con queste parole, alcune giocatrici del Fenera Chieri hanno salutato le colleghe della myCicero che hanno fatto saltare coach Ettore Guidetti.

Tre sconfitte in altrettanti incontri tra Coppa Italia (due) e campionato (una) per mano delle pesaresi allenate da Matteo Bertini hanno fatto rompere gli indugi al presidente piemontese, che martedì sera ha comunicato a Guidetti che il rapporto era concluso. Allo stesso tempo, il presidente Vergnano ha affidato la conduzione della squadra a Ivana Druetti, già vice con l’allenatore modenese, ma anche la scorsa stagione quando a guidare Chieri era Massimiliano Gallo.

I successi della myCicero hanno cambiato una panchina, portando la novità di una donna alla guida. Dovrebbe essere normalità, soprattutto in un campionato femminile, ma sappiamo che non è così. Dunque, auguri di buon lavoro a Ivana Druetti, presentatasi in palestra con tanta voglia di fare bene, anche se attesa da una calendario a dire poco difficile: dopo l’esordio di domenica Legnano, contro la terza del campionato, il Fenera ospiterà la Lardini Filottrano.

Anche la myCicero è tornata al lavoro. Dopo due giorni di riposo concessi da Matteo Bertini, le colibrì si sono presentate in palestra già mercoledì mattina (seduta pesi) e alla sera hanno sostenuto una lunga seduta. Prima davanti al video, poi sul campo di gioco di Campanara, dove si sono esibite in tante difese, sottoposte alle schiacciate di Matteo Bertini e Andrea Burini, ma anche in attacchi che hanno visto tutte le ragazze pimpanti. Un allenamento lunghissimo, quello di mercoledì sera, che ha confermato l’ottimo momento delle dodici giocatrici, tutte presenti.

Giovedì mattina libero e in serata allenamento a Campanara, dove domenica la myCicero riceverà la visita della VolAlto Caserta che dopo la sconfitta casalinga con Soverato e la concomitante vittoria di Mondovì a Olbia è precipitata al penultimo posto della classifica anche per colpa di 1 punto di penalizzazione che ne accompagna la stagione in serie A2. Alla luce della situazione di classifica, decisamente precaria per una squadra che sembrava in grado – la scorsa estate – di puntare alla lotta per la promozione, voci bene informate avevano anticipato un imminente ingaggio in casa VolAlto, anche per rimediare alle evidenti difficoltà dovute alla partenza di Sonja Percan e all’infortunio di Giulia Pascucci. Entro il 31 gennaio, data ultima per la finestre dei trasferimenti, niente è stato fatto. Ricordiamo però che il regolamento consente “Dal 1 febbraio 2017 e fino ad un mese prima del termine della stagione regolare ogni club ha la possibilità di tesserare un’atleta che non abbia mai giocato in Italia nella corrente stagione, italiana o straniera, fuori dai limiti già previsti”.

Ricordiamo, ancora, una volta il regolamento per promozioni e retrocessioni:

Promozioni

La prima classificata dopo le 26 giornate di stagione regolare è promossa direttamente in serie A1.

La seconda promozione è assegnata chi vincerà i playoff, a cui accedono le squadre classificate dalla seconda alla settima posizione. Seconda e terza saltano il primo turno, attendendo di incontrare le vincenti dei quarti di finale che metteranno di fronte quarta con settima e quinta con sesta.

Retrocessioni

La 14^ classificata retrocede direttamente in serie B1. La 13^ e la 12^ classificata disputano una serie di Play Out con formula al meglio delle tre gare, se il distacco in classifica tra le due è uguale o inferiore a 4 punti. La perdente del Play Out retrocede in Serie B1.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>