Arriva “El Selfie”, col Pupo del maestro Giovanni Sorcinelli inizia ufficialmente il Carnevale di Fano 2017

di 

3 febbraio 2017

Carnevale di FanoFANO – Uno sbruffone pieno di se con la mania degli smartphone che ha causa di questo suo “abuso” della tecnologia sarà “punito” da un uccellino, simbolo di uno dei social più famosi. 

Appare così il Pupo del Carnevale 2017, un “Vulòn” con la passione per il telefonino e gli autoscatti, meglio noti nell’epoca moderna come “selfie”, che si presenterà domani alla città con un evento che mancava a Fano da oltre 40 anni e che torna alla luce grazie al vice presidente Alfredo Pacassoni e al nuovo direttivo dell’Ente Carnevalesca.

“El Selfie”, questo il nome del Pupo realizzato dal maestro carrista Giovanni Sorcinelli, farà il suo debutto in scena domani alle 16.30 a Borgo Cavour, preceduto dalle autorità dall’Ente Carnevalesca, dalla Musica Arabita, da alcune mascherate e da una delegazione del Carnevale di Rastatt, città tedesca gemellata con Fano, e darà vita ad un corteo che sfilerà lungo corso Matteotti fino ad arrivare in piazza XX Settembre dove si fermerà, mentre il resto del gruppo proseguirà fino alla fine del corso, accompagnato anche dall’attore Filippo Tranquilli.

A fare da contorno al pomeriggio, le poesie di Paola Magi, Stefano Sorcinelli ed Elvio Grilli che reciteranno alcune composizioni inedite per Carnevale di Fano 2017 e la musica della Banda Città di Fano, dell’Orchestra di Fiati Fanum Fortunae e della Musica Arabita che, coadiuvate dal maestro Claudio Morosi, interpreteranno l’inno storico Salve o Fano. L’iniziativa si concluderà con la sfilata di ritorno che terminerà a Borgo Cavour.

L’attesa è dunque finita e da domani si potrà ufficialmente dare il via al Carnevale di Fano 2017.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>